Twitter, in arrivo contenuti a pagamento: la possibile novità

0

Twitter, in arrivo contenuti a pagamento: la possibile novità del social più diffuso. Il modello per accrescere le entrate è quello di Youtube

Twitter
Twitter, si pensa a contenuti a pagamento: la possibile novità (foto: Getty)

Una grande novità potrebbe modificare l’utilizzo di Twitter. Una nuova funzione per guadagnare attraverso i propri tweet, chiamata Super Follow. Durante un evento di analisti virtuali, i responsabili del social hanno lanciato l’idea di accrescere i guadagni attraverso la pubblicazione di tweet esclusivi e altri contenuti dedicati ai propri follower. Per essere più precisi, coloro che pagano al creatore di contenuti, potranno ricevere vantaggi quali “accesso alla community“, “offerte e sconti”.

Il servizio di abbonamento include anche “contenuti esclusivi“, “newsletter per soli iscritti” e promozioni riservate. Inizialmente, il prezzo della funzione Super Follow a pagamento sarà probabilmente piuttosto bassa. Secondo gli screenshot condivisi da Twitter, l’abbonamento dovrebbe costare circa 5 dollari al mese. Un portavoce di Twitter ha affermato che l’obiettivo è “ripensare agli incentivi del nostro servizio”.

“Esplorare le opportunità di finanziamento del pubblico come Super Follows consentirà a creatori ed editori di essere supportati direttamente dai loro followers e li incentiverà a creare contenuti sempre più ricercati”, ha affermato la società californiana.

LEGGI ANCHE >>> Huracan, il nuovo virus spaventa gli utenti: cosa può farvi

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp, arriva la funzione che ti ‘salva’ se bevi troppo: pazzesco!

Twitter, in arrivo contenuti a pagamento: si potrà sottoscrivere un abbonamento per il Super Follow

Twitter
Il Super Follow: la possibile novità del social (Foto: Getty)

Gli utenti di Twitter avranno la possibilità di annullare l’abbonamento ogni volta che lo desiderano. Al momento non è noto quando Twitter rilascerà questa nuova funzione.

L’abbonamento ad alcuni contenuti di Twitter non aiuterà solo i creatori di ampio respiro, ma anche i giornalisti, il che potrebbe avere un impatto sulle pubblicazioni di tutto il mondo.

In più il social americano è pronto a lanciare anche la funzione “Comunità“, che dovrebbe funzionare al pari dei gruppi di Facebook. Gli utenti potranno creare un gruppo e coloro che condividono lo stesso interesse potranno unirsi con un semplice click.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui