Mascherine cinesi Ffp2, è allarme: “Filtrano solo il 36%”

0

Mascherine cinesi Ffp2, scatta un nuovo allarme in Italia. Ecco cosa hanno scoperto i Nas dopo l’ennesimo blitz. 

Foto Pixabay

Scatta l’allarme per alcune mascherine Ffp2 importate dalla Cina: secondo quanto riporta La Repubblica oggi in edicola, queste avrebbero una capacità filtrante dell’appena 36% rispetto al 95 richiesto dalla norma. L’ultimissimo lotto irregolare è stato scoperto a Roma in queste ore, ma situazioni del genere si sono già ripetute a Pomezia, Ciampino, Brindisi, Bergamo e Como.

Potrebbe interessarti anche —-> Covid-19, la scoperta: succede a chi ha la pelle nera 

Mascherine cinesi Ffp2, nuovo lotto irregolare

Calano contagi negli ospedali
 (Foto: Getty)

In totale sono finora 6 milioni gli strumenti sequestrati dai Nas. Su oltre 550 milioni di dispositivi di sicurezza, circa il 10% proveniente dall’estero è risultato irregolare e non sicuro come dovrebbero davvero contro il Covid-19. I problemi sono sorti soprattutto quando l’ex Premier Giuseppe Conte, nel pieno dell’emergenza e per mancanza di maschherine in Italia, autorizzò l’ingresso modelli provenienti da altri Paesi anche se sprovviste del marchio ‘Ce’ che rappresenta un’ampia garanzia sul territorio europeo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui