Covid, oggi i dati Iss: mezza Italia potrebbe diventare arancione

0

Il Covid in Italia non arresta la sua corsa. A preoccupare il mondo scientifico, le varianti: richiesto anche il lockdown nazionale

Covid-19
Covid-19 (Foto: Getty)

Si decideranno nelle prossime ore le sorti delle regioni gravate dalla insidiosa presenza del Covid-19. Difatti, sarà avviato nella giornata odierna, venerdì 19 febbraio, un nuovo monitoraggio dell’Iss (Istituto superiore di sanità), secondo cui sarà possibile adottare nuove decisioni dal governo.

Diventa sempre più probabile l’ipotesi che gran parte delle regioni italiane, a causa dell’andamento dell’epidemia, possano passare dalla zona “gialla” a quella “arancione”. Ma intanto tra i governatori c’è chi sostiene che non ci siano i presupposti per inasprire nuovamente le restrizioni.

Intanto a spaventare il mondo scientifico, è il diffondersi delle nuove varianti che in alcuni casi potrebbero vanificare il lavoro e gli sforzi compiuti fino ad oggi, rendendo nulla anche l’efficacia del vaccino. Si dibatte infatti sulla decisione di stabilire un nuovo lockdown come quello del marzo 2020, così da arrestare la diffusione del virus prima che sia troppo tardi.

VEDI QUESTO>>> Covid, terapia intensive al 23% in Italia: situazione critica in 6 Regioni

C’è chi ha chiesto un nuovo lockdown: paura per le varianti

Covid-19
Covid-19 (Getty Images)

A spaventare il mondo scientifico, le varianti che sembrano diffondersi sempre di più anche sul nostro Paese. C’è chi addirittura avrebbe richiesto un nuovo lockdown totale come quello messo in campo nella primavere del 2020.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Covid, primo caso di variante nigeriana a Napoli: la stessa della GB

Per arrestare dunque una terza ondata del virus, il professore Walter Ricciardi ha chiesto al governo il lockdown nazionale. Una richiesta che ha scatenato non poche polemiche. Sarebbe questa infatti una decisione che fermerebbe ancora una volta l’economia del Paese, dunque, il governo dovrà valutare nuove restrizioni più severe che evitino un nuovo lockdown generale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui