Meghan Markle, la rivincita è servita: battuti i suoi storici nemici

0

Meghan Markle ha aspettato molto ma ora può godersi la rivincita: è arrivata la sentenza tanto attesa da parte di un tribunale inglese

(Getty Images)

Meghan Markle 1 – tabloid inglesi 0. Dopo mesi di attesa è arrivata oggi la prima sentenza della causa intentata dalla moglie di Harry contro la casa editrice proprietaria del ‘Mail’ e del ‘Mail on Sunday’. Erano stati citati in giudizio per aver pubblicato senza averne il permesso a suo tempo una lettera al veleno che lei aveva inviato al padre Thomas prima del matrimonio.

L’Alta Corte di Londra ha deciso che quella missiva doveva restare privata e quindi ha dato ragione alla duchessa del Sussex.  Quella pubblicazione ledeva la sua privacy anche perché, dopo averla scritta Meghan “aveva ragionevoli aspettative che la lettera rimanesse privata”. A marzo la corte deciderà i prossimi passi dell’azione legale, ma la vittoria della duchessa è chiara.

(Getty Images)

Gli articoli pubblicati dal ‘Mail’, secondo il giudice, sarebbero stato in contrasto contro la volontà di mantenere privata una vicenda che non doveva diventare pubblica. La pubblicazione della lettera, secondo la legge, ha violato il copyright di Meghan, ma un portavoce dell’editore ha già fatto sapere che stanno valutando se presentare un ricorso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Meghan Markle furiosa: clamorosa decisione a Buckingham Palace!

Meghan Markle felice per la sentenza, quella lettera doveva rimanere una faccenda provata

(Getty Images)

La Markle nelle ore successive alla sentenza ha espresso la sua gratitudine al giudice per la decisione presa. Rimane convinta che Associated Newspapers e The Mail on Sunday abbiano commesso “pratiche illegali e disumanizzanti” ed era giusto che ne affrontassero le conseguenze. Questo perché i dettagli della vita privata di altri individui devono rimanere tali e non essere sempre dati in pasto al pubblico.

“Il danno che hanno fatto – ha spiegato la Markle – e continuano a fare è profondo. Il mondo ha bisogno di notizie affidabili, verificate e di alta qualità. Abbiamo vinto tutti. Condivido questa vittoria con ciascuno di voi”. In quella lettera si lamentava del comportamento tenuto dal padre come una figlia, non come una futura duchessa. Per questo doveva rimanere questione privata secondo il giudice.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Duke and Duchess of Sussex (@sussexroyal)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui