Renato Pozzetto sconfortato: il dolore è struggente

0

Renato Pozzetto ha rilasciato alcune dichiarazioni dove afferma di soffrire molto della sua assenza.

Renato Pozzetto (foto Facebook)

Renato Pozzetto all’età di 80 anni torna sul set, ma non più nelle vesti di comico. Per la prima volta in vita sua reciterà in un film drammatico: “Lei mi parla ancora“. Il film, che andrà in onda su Sky dall’8 febbraio, vede l’ex “Ragazzo di Campagna” vestire i panni di Giuseppe “Nino” Sgarbi, un anziano signore dalla difficile deambulazione e ancora innamorato alla follia della propria compagna che dopo pochi minuti di film esalerà l’ultimo respiro in ospedale.

La pellicola è tratta dal libro di Giuseppe Sgarbi, papà del critico d’arte Vittorio e dell’editrice Elisabetta, che non con quest’opera ha voluto mettere in versi un dialogo commovente con l’amata che non c’è più.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Antonella Elia a cuore aperto, triste verità: che dolore!

Renato Pozzetto sconfortato: il dolore è struggente

Renato Pozzetto (foto Facebook)

Renato Pozzetto, così come il protagonista del film che dovrà interpretare, ha perso la moglie nel 2009. Molte similitudini che sicuramente avranno indotto il comico lombardo ad accettare senza riflessioni questa parte insolita per lui, che aveva abituato il pubblico a dei film comici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> GF Vip, colpo di scena nella casa: c’è un’immediata espulsione!

La lettura del copione, come ha affermato ai microfoni del Corriere della Sera, lo ha commosso e poi quando gli è stato chiesto se come “Nino” anche lui sogna sua moglie, lui risponde così: “Non le parlo e, soprattutto, non la sogno. Non sognarla mi addolora molto. Era mia moglie, vorrei rivederla. Era simpatica, spiritosa. È stata paziente col mio lavoro quando stavo lontano a girare”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui