Muore Peppino Rotunno, stimatissimo direttore della fotografia

0

Morto nella sua casa a Roma all’età di 97 anni Giuseppe Rotunno stimatissimo direttore della fotografia, si ricorda la sua brillante carriera

Giuseppe Rotunno morto
Giuseppe Rotunno (Youtube)

Grave lutto nel panorama mondiale della fotografia. E’ scomparso all’età di 97 anni Giuseppe Rotunno, uno dei più grandi direttori della fotografia del cinema nel panorama italiano ed internazionale.

L’apprezzatissimo direttore, conosciuto come Peppino, nel corso della sua brillante carriera ha collaborato con grandi registi come Vittorio De Sica, Pierpaolo Pasolini, Lina Wertmuller e Roberto Benigni. Tra i più importanti ricordiamo tuttavia Fellini e Visconti, con i quali ha collaborato per la realizzazione di film famosissimi. Tra questi ultimi ricordiamo “Il Gattopardo”, “Lo Straniero”, “Amarcord”, “La Città delle donne” e tanti altri ancora.

Nato il 19 marzo del 1923 a Roma, cominciò a muovere i primi passi nel mondo della fotografia negli anni 40 a Cinecittà collaborando con grandi registi come Rodolfo Lombardi, Renato Del Frate e Vàclav Vich.

VEDI ANCHE QUESTO>>> Lutto nel cinema: è morto Mike Henry, il ‘Tarzan’ degli anni ’60

Ma quali sono stati i lavori che lo hanno reso così celebre?

Tra i tanti successi ricordiamo la candidatura all’Oscar nel 1980 per il film “All that jaz” di Bob Fosse, per cui vinse anche un Bafta. Tanti sono stati i riconoscimenti ed i premi vinti da Rotunno tra cui sette Nastri d’Argento, due David di Donatello più quello speciale del Cinquantenario.

Il grande Rotunno si è fatto conoscere ed apprezzare anche per la sua importante attività all’estero, in particolare negli Usa, da non dimenticare l’esperienza hollywoodiana. A tal riguardo non possiamo non menzionare la collaborazione con importanti registi tra cui Robert Altman, Sydney Pollack, Fred Zinnemann, Bob Fosse e tanti altri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> GF Vip, Tommaso Zorzi può essere squalificato: il motivo -VIDEO

Infine ricordiamo la nomination all’Oscar ai Bafta ricevuta per il grande capolavoro “Il Casanova” di Federico Fellini nel 1976. 

Nonostante l’avanzare dell’età Rotunno ha continuato la sua attività occupandosi del corso di “Direzione della fotografia” alla Scuola nazionale di cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui