Olimpiadi, parole choc dell’organizzatore: “No a riunioni con troppe donne”

0

Fanno discutere le parole dell’organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo 2020, Yoshiro Mori, che chiede meno riunioni con la presenza di donne.

Olimpiadi organizzatore
Yoshiro Mori, presidente Comitato Olimpico giapponese (Getty Images)

Parole che fanno discutere e non poco quelle del presidente del comitato olimpico giapponese (Joc) Yoshiro Mori. Infatti l’organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo 2020, rimandate a quest anno, ha risposto alla proposta del ministero dell’Istruzione nipponico sulla eventualità di estendere le nomine nel consiglio dei Giochi a un maggior numero di donne. La risposta di Mori però è a dir poco sorprendente, con l’organizzatore che ha affermato: “Le riunioni a cui partecipano troppe donne in genere vanno avanti più del necessario“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Usa, Impeachment Trump: una pesante accusa fa tremare il tycoon

Le dichiarazioni dell’83enne hanno creato stupore ed imbarazzo alle persone presenti durante la riunione. Infatti l’organizzatore non è nuovo ad uscite del genere. Inoltre Mori già durante l’esperienza da Presidente della Federazione Rugby Nipponica aveva fatto discutere. Durante le sue uscite, l’organizzatore ha aggiunto: “Se una di loro alza la mano per intervenire, le altre si sentono obbligate a rispondere, e si finisce che tutte quante si ritrovano a partecipare“.

Olimpiadi, le parole dell’organizzatore fanno discutere: la prooposta del Comitato giapponese

Olimpiadi organizzatore
Le parole di Mori creano non poco imbarazzo (Foto: Getty)

Il comitato olimpico giapponese (Joc), infatti, aveva chiesto di aumentare fino al 40% la presenza femminile nel comitato direttivo, rispetto all’attuale 20%. Ma la proposta non ha trovato l’appoggio di Mori. Infatti il presidente del Comitato Olimpico ha aggiunto: “Mi è stato riferito che se incrementiamo la percentuale di donne nel board dobbiamo contenere la durata dei loro interventi. Altrimenti non si fermano a parlare, e la questione diventa problematica“.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Parigi, la Senna è al limite: l’acqua ha raggiunto livelli vertiginosi

Non è tardata ad arrivare la critica della direttrice del Joc, Kaori Yamaguchi, che ha risposto a tono affermando che il rispetto delle persone con disabilità e la parità di genere sono valori fondamentali per gli organizzatori dei Giochi a Tokyo. Per questo la Yamaguchi giudica come deplorevole l’intervento di Mori. Nonostante gli scontri interni, il Comitato Olimpico Giapponese condivide la linea di svolgere l’evento ad ogni costo. Infatti sembrebbe scongiurato anche un nuovo rinvio della manifestazione, che avverrà nel 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui