Lombardia, 900mila dosi anti-influenzale inutilizzate: sprecati 10 milioni di euro

0

Un’indagine sulla Lombardia rivela la presenza di 900mila dosi di vacccino anti-influenzale inutilizzate: sono costate 10 milioni di euro.

Lombardia anti influenzale
Grandissimo spreco di denaro nella regione lombarda (Foto: Getty)

Continua a far discutere la gestione Fontana non solo per il modo in cui è stata affrontata la campagna vaccinale anti-Covid. Infatti nella regione Lombardia avanzano ancora delle dosi di anti-influenzale. Per la campagna vaccinale contro l’influenza del 2020/2021 la Regione Lombardia ha speso  31.893.400, mettendo a disposizione ben 2.675.888 dosi. Purtoppo però solamente 1.818.601 sono le dosi utilizzate.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Lombardia zona arancione, Misani: “Responsabilità gravissime di Fontana”

Stando ai dati del 15 gennaio, avanzano ancora oggi 900 mila dosi, rimaste nei magazzini e dal valore di ben 10 milioni di euro. Ad anticipare i dati ci ha pensato un’inchiesta partita da La7. Secondo alcuni i documenti interni a Palazzo Lombardia, si evince che i dati si discostano in modo netto rispetto alla passata campagna vaccinale. Andiamo quindi a vedere i dati che si registrarono durante la campgna di vaccinazioni dell’annata 2019/2020.

Lombardia, spreco da 10 milioni durante la campagna anti-influenzale: il confronto con il 2019/2020

Lombardia anti influenzale
Il confronto con la campagna vaccinale del 2019/2020 (Foto: Getty)

Durante la campagna anti-influenzale del 2019/2020 la Regione Lombardia ha speso ben 9.057.925 milioni di euro per l’acquisto di 1.378.555 dosi utilizzate. Inoltre l’anno prima la spesa ammontava a 1.406.945 milioni per 1.289.991 dosi utilizzate. La richiesta del Governo era quella di riuscire a vaccinare almeno il 50% della popolazione compresa nella fascia d’età tra i 60 ed i 64 anni. La regione, stando ai dati, è riuscita a coprire solamente il 16% di questa fascia d’età.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccino Covid, Conte: “Contratti violati, agiremo di conseguenza”

Il responsabile per la Sanità in Regione, Samuele Astuti, ha affermato che la campagna vaccinale nel paese è partita troppo tardi. Non solo, durante la campagna, oltre ai ritardi ci sono stati tantissimi intoppi. Proprio per questo motivo Astuti afferma che quei dieci milioni di spreco sarebbero potuti essere investiti in modo migliore. Infatti le dosi strapagate, con molte probabilità, verranno cestinate a breve.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui