USA, infermiere positivo al Covid dopo aver fatto il vaccino Pfizer

0

USA, infermiere positivo al Covid dopo aver fatto il vaccino Pfizer. Il caso si è verificato in California nei giorni scorsi

Infermiere positivo
USA, infermiere positivo al Covid dopo aver fatto il vaccino Pfizer (Foto: Getty)

Il caso dell’infermiere californiano positivo al Covid dopo essere stato sottoposto alla prima dose del vaccino Pfizer ha fatto il giro del mondo in queste ore. Esattamente 8 giorni dopo aver ricevuto la prima iniezione, la persona ha contratto la malattia, riportando anche dei sintomi. La casa farmaceutica americana, che per prima ha brevettato l’antidoto negli USA, ha fatto sapere in una nota che “esaminerà tutte le informazioni disponibili su questo caso e tutti i rapporti di una diagnosi confermata dopo la vaccinazione. La persona potrebbe aver contratto la malattia prima o subito dopo la vaccinazione”.

Poi hanno aggiunto: “Sulla base del nostro studio di Fase 3 sulla sicurezza e l’efficacia, il vaccino offre una certa protezione contro il coronavirus entro circa dieci giorni dalla prima dose. Questa protezione si rafforza significativamente dopo la seconda dose, cosa che giustifica la doppia somministrazione”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, Burioni: “Governo via subito senza un piano vaccini tempestivo”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Speranza: “Coprifuoco confermato, palestre e piscine ancora chiuse”

USA, infermiere positivo al Covid dopo essersi sottoposto alla vaccinazione Pfizer

Vaccino Pfizer
USA, infermiere positivo al Covid dopo aver fatto il vaccino Pfizer (Foto: getty)

L’infermiere americano, Matthew W., di 45 anni, lavorava in due diversi ospedali in California. Attraverso un post su Facebook lo scorso 18 dicembre aveva testimoniato di essersi sottoposto alla vaccinazione Pfizer. L’infermiere ha spiegato alla ABC News di non aver avuto particolari effetti collaterali se non un leggero indolenzimento al braccio.

Una settimana dopo, alla vigilia di Natale, ha contratto la malattia dopo aver prestato come di consueto servizio all’interno di reparti Covid in ospedale. La sua positività è stata riscontrata il giorno di Santo Stefano, accompagnata da sintomi significativi come febbre, brividi di freddo e forte spossatezza.

Il tema della copertura del vaccino solo dopo entrambe le dosi è stato sollevato anche da Roberto Burioni negli ultimi giorni. Il noto virologo ha voluto commentare la vicenda dell’infermiere americano anche su Twitter con un post piuttosto pungente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui