Vaccino Pfizer, segnalata grave reazione allergica in Usa: il caso

0

Nuova reazione allergica al vaccino Pfizer. Il caso negli Usa, dove la donna ha superato le controindicazioni ed è entusiasta del farmaco.

Vaccino Pfizer reazione
Nuovo caso di allergia legata al farmaco (via Getty Images)

Il vaccino di Pfizer è stata la svolta nella lotta contro la pandemia e con l’arrivo del farmaco di Moderna, in grado di proteggere anche dalla trasmissibilità il Covid potrebbe essere sconfitto a “breve”. Però il vaccino Pfizer continua a destare dubbi nella popolazione, visto una diversa quantità di reazioni allergiche dopo aver iniettato il farmaco.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Scalfarotto (Italia Viva) a iNews24: “Sulla cabina di regia nessun compromesso”

L’ultimo caso di reazione allergica è avvenuta negli Usa, ai danni du un’operatrice sanitaria che da poco aveva ricevuto l’iniezione anti-Covid. L’operatrice avrebbe subito una grave reazione, ma adesso sarebbe in condizioni stabile, come riferito dal New York Times. Il caso invece sarebbe avvenuto al Barlett Regional Hospital di Juneau, in Alaska, dove il personale sanitario si è immunizzato contro il virus. Andiamo quindi a vedere le testimonianze riportate sul quotidiano.

Vaccino Pfizer, reazione allergica in Alaska: cos’è successo

Vaccino Pfizer reazione
La reazione allergica in un’operatrice in Alaska (Getty Images)

Secondo il quotidiano della Grande Mela il soggetto nona veva allerigie precedenti, e proprio per questo motivo la reazione ha sorpreso un pò tutti. Infatti l’allergia è arrivata dopo appena dieci minuti dal farmaco. La donna infatti aveva ricevuto la prima dose del farmaco lo scorso 11 dicembre, davanti alle telecamere che riportavano l’inizio delle vaccinazioni. Il video era stato girato per la campagna di vaccinazione per dare fiducia ai cittadini nel farmaco.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Messina Denaro, l’esperto in criminologia forense: “Non è lontano da casa”

L’operatrice sanitaria, dopo la somministrazione, ha sviluppato rush cutanei, tachicardia ed una crisi respiratoria e per placare i sintomi gli altri operatori hanno deciso di somministrarle epinefrina. Ma ben presto la reazione si è sviluppata nuovamente, con i medici che hanno deciso allora di somministrare degli steroidi. Ma un’ulteriore aggravamento ha costretto l’operatrice alla terapia intensiva.

Fortunatamente, però, adesso la donna si è ripresa, si sente bene e si è dichiarata entusiasta del vaccino. Il caso però ha fatto crescere la preoccupazione nella nazione a stelle e strisce, specialmente per quanto riguarda l’intensita’ delle reazioni avverse al vaccino, visto che gli esperti hanno affermato che l’operatrice ha rischiato concretamente di perdere la vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui