Covid, Bertolaso lancia l’allarme: “Terza ondata tra febbraio e marzo”

0

Covid, l’ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso ha lanciato l’allarme: prevista una terza ondata tra febbraio e marzo

covid Bertolaso terza ondata
Covid, terza ondata in arrivo: lo ha dichiarato l’ex capo della Protezione Civile Bertolaso (via Getty Images)

Continua a preoccupare il Covid in tutta Italia. Il nuovo Dpcm emanato dal governo più di due settimane fa ha diviso il territorio in tre aree diverse, in base al livello di criticità del virus. I numeri sono però in crescita costante, e la luce in fondo al tunnel sembra essere ancora lontana.

Col passare delle settimane, uno dei temi che si sta facendo sempre più centrale è quello relativo al Natale che sarà col Coronavirus. A tal proposito, è intervenuto l’ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso alla trasmissione ‘105 Friends’ di Radio 105. “Scordatevi un Natale dove saremo tutti liberi dal virus, chi la pensa così si sbaglia di grosso. Prevedo una terza ondata di Coronavirus tra febbraio e marzo” ha spiegato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nuovo Dpcm in vista di Natale, possibili allentamenti delle misure: i dettagli

Covid, Bertolaso: “In Umbria situazione sotto controllo”

covid terza ondata bertolaso
Sulla situazione in Umbria si è detto più ottimista (Getty Images)

L’ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso, intervenuto alla trasmissione ‘105 Friends’ di Radio 105, ha affrontato il tema Covid. Dopo aver dato il suo prospetto a livello nazionale, l’attuale consulente della Regione per la gestione dell’emergenza pandemica in Umbria si è concentrato proprio sull’area di sua competenza. “Credo che al momento la situazione sia abbastanza sotto controllo. Bisogna dire grazie anche agli ospedali da campo militare e della Croce Rossa, montati a Perugia e Terni per fronteggiare l’emergenzale sue parole.

Guido Bertolaso si è detto in generale abbastanza ottimista circa le prossime settimane in Umbria, soprattutto grazie a quanto deciso dal governo regionale. “Devo dire che il piano redatto sembra potersi rivelare molto efficace in questo senso. L’Umbria sarà in grado di resistere al Covid nelle prossime settimaneha concluso.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, caos terapie intensive: soglia critica superata in 16 regioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui