Coronavirus, Spagna: proteste e scontri a Barcellona

0
33

Scontri e proteste a Barcellona contro le nuove misure restrittive emanate dall’esecutivo guidato da Sachez. 

Getty Images

In Spagna, centinaia di persone sono scese a Barcellona a protestare contro il governo per le nuove misure restrittive. Allo scopo di contrastare la diffusione del coronavirus, l’esecutivo spagnolo ha infatti imposto il coprifuoco e il divieto di lasciare la nazione. Più di settecento persone sono scese in piazza per partecipare alla manifestazione. Le forze dell’ordine riferiscono che circa cinquanta di queste, hanno iniziato a un certo punto a lanciare oggetti contundenti contro gli agenti. Alcune auto della Polizia sono state danneggiate e si sono verificati dei saccheggi all’interno di alcuni negozi del centro. Su Twitter, le forze dell’ordine hanno dichiarato di aver arrestato dodici persone e che più di cinquanta agenti sono rimasti feriti durante gli scontri. 

Leggi anche: Germania, Italia classificata come nazione a rischio: tranne la Calabria

Coronavirus, Ue organizza vertice per discutere su come affrontare pandemia

Getty Images

Alcuni giorni, i leader Ue hanno organizzato una videoconferenza per discutere di una strategia comune che permetta di frenare l’avanzata della pandemia di coronavirus. Da alcune settimane infatti, la situazione nel continente europeo si è fatta molto critica, con alcuni stati come la Francia che hanno già dichiarato il lockdown nazionale e altri come l’Inghilterra che sembrano ormai in procinto di seguirne l’esempio. La presidentessa della Commissione Europea Ursula Von der Leyen ha annunciato dei consistenti aiuti economici per fronteggiare al meglio la situazione, affermando che l’Ue metterà immediatamente a disposizione “220 milioni per finanziare il trasferimento transfrontaliero di pazienti dove è necessario“. 

Leggi anche: Vaccino Covid, siamo al rush finale: ma la sfida è diplomatica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui