Coronavirus, Calderoli: “Io immunodepresso, vi prego indossate mascherina”

0
18

Il politico leghista Roberto Calderoli ha lanciato un appello su Facebook alla popolazione invitando a fare il possibile per rispettare le norme anti-Covid.

Getty Images

Il politico leghista Roberto Calderoli ha scritto un post su Facebook per invitare la popolazione a rispettare le norme per il contenimento e la diffusione del coronavirus imposte dal governo. Lo ha fatto spiegando di essere “ultrasessantenne e quindi per età anagrafica sono a rischio.Io sono immunodepresso per le conseguenze delle terapie anti tumorali e quindi sono ancora più a rischio”. Calderoli ha poi affermato che essendo bergamasco, si è trovato a vivere da vicino la tragedia vissuta dalla città a Marzo a causa della pandemia. Momenti drammatici, in cui a un certo punto purtroppo, sono finiti persino i posti nei cimiteri per il numero elevato di morti. 

Leggi anche: Covid, positivo il capogruppo M5S Crippa: contagiata anche una deputata

Coronavirus, Calderoli: “Non si può predicare bene e razzolare male”

Getty Images

Da qui il suo appello agli italiani a rispettare le regole: “vi supplico, anche in ginocchio, di rispettare la richiesta di mettere la mascherina, quella vera, non uno straccio che copra il naso e la bocca, di mantenere il minimo distanziamento, ma distanziamento vero, di non creare assembramenti anche nel fine settimana, quando sembra scattare il ‘tana libera tutti’. Il leghista ha in seguito posto l’accento sul fatto che i dati delle ultime settimane sui contagi sono sempre più allarmanti e il rischio di ritornare alla situazione di alcuni mesi fa si fa sempre più concreto. Per questo “non si può predicare bene e razzolare male, ciascuno è responsabile del suo destino, di quello della sua famiglia, di quello degli sconosciuti che ha intorno e incontra. Io voglio essere ottimista e pensare che queste misure possano consentire il contenimento dell’epidemia.E sono convinto che il senso civico e sanitario che oggi dimostreremo potrà servire a contenere questa epidemia e a debellarla, prima con la sieroterapia e poi quando arriverà con il vaccino. Vi prego, facciamo tutto quello che possiamo per arginare il virus, perché diversamente del ‘doman non vi sarà certezza’, per nessuno di noi!”. 

Leggi anche: Conte duro sulla Campania: “Chiudere le scuole non è la soluzione”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui