Zanardi, battaglia di perizie: “Il camion invase leggermente la corsia” 

0
58

Zanardi, clamoroso aggiornamento sull’incidente dello scorso 19 giugno. Ora è battaglia di perizie ma emerge una versione che potrebbe cambiare tutto. 

alex zanardi
Alex Zanardi, il San Raffaele conferma: “Significativi miglioramenti clinici” (Foto: Getty)

Alex Zanardi, ora è battaglia di perizie per l’incidente avvenuto lo scorso 19 giugno. Lo riporta Adnkronos. Secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa, la procura al momento si pone un’unica domanda sul terribile sinistro stradale che ha coinvolto l’ex pilota: dov’era, esattamente, il tir guidato dall’autista al momento dell’impatto?

Zanardi, il camion ha delle responsabilità?

Marco Ciacci, questo il nome dell’uomo alla guida, è attualmente l’unico indagato della vicenda con l’accusa di lesioni colpose gravissime. Ora la vicenda è a un bivio, tra la possibile archiviazione della posizione del soggetto o un possibile rinvio a giudizio. Ma bisognerà far prima chiarezza su questo dettaglio fondamentale per pronunciare un verdetto conclusivo.

Tuttavia, secondo quanto si apprende dalla Procura di Siena, sembrerebbe che il mezzo pesante abbia “leggermente invaso la corsia opposta” mentre saliva la strada provinciale 146, dove poi c’è stato l’impatto fatale con Zanardi in arrivo dall’altro lato con la sua handbike. La velocità dell’autotreno era di 38 chilometri orari, ma sembra che in quei secondi precedenti all’incidente abbia fatto un lieve spostamento di qualche centimetro che lo avrebbe portato leggermente a invadere la corsia opposta.

Potrebbe interessarti anche —-> Striscia, Brumotti aggredito: dei pusher lo hanno preso a sassate

Ma questo, secondo quanto ritengono altri inquirenti, non avrebbe avuto un peso nell’impatto. “Non ha avuto un nesso casuale con la deviazione attuata da Zanardi. Questa sarebbe avvenuta comunque, anche se il mezzo si fosse trovato a qualche centimetro più a destra”, ha spiegato l’ingegegnere Strangi ai microfoni di Adnkronos.

Ma non è dello stesso parere il collega Giorgio Cavallin di Padova, perito incaricato dalla famiglia Zanardi per ricostruire la vicenda. Secondo l’esperto, infatti, sarebbe stato proprio quel movimento del camion verso la direzione opposta che avrebbe poi portato alla brusca sterzata del campione paraolimpico. La questione, clinica e giuridica, purtroppo è ancora lunga…

Leggi anche —-> Fernando Proce a processo: lo speaker di R101 accusato di violenza sessuale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui