Covid-19, Di Maio: “Vaccino? Prime dosi in arrivo entro fine anno”

0
74

Intervenuto a Mezz’ora in più, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha parlato dell’emergenza Covid-19, promettendo prime dosi di vaccino entro fine anno

Di Maio covid-19
Covid-19, il ministro degli Esteri Di Maio ne ha parlato a Mezz’ora in più (via Getty images)

L’emergenza Covid-19 è tornata ad essere decisamente preoccupante anche in Europa. Soprattutto in Spagna e in Francia i numeri sono molto alti, ma anche la situazione in Italia è in costante monitoraggio. A tal proposito, è intervenuto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Mezz’ora in più.

L’Italia è un paese all’avanguardia, anche dal punto di vista scientifico. Abbiamo creato un modello di gestione della pandemia che è stato replicato da tutto il mondo le parole del ministro:Entro fine anno avremo le prime dosi di vaccino. Già dall’inizio del 2021 partiremo con le vaccinazioni“. Di Maio ha chiesto agli italiani gli ultimi mesi di sacrifici, prima di poter tornare alla vita di sempre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nadef, al Senato mancano i numeri per approvare la manovra

Covid-19, Di Maio: “Secondo lockdown? Non ce lo possiamo permettere”

Di Maio covid-19
Entro fine anno, potrebbero arrivare le prime dosi di vaccino (Getty Images)

Nel corso della sua intervista a Mezz’ora in più, il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ha parlato dell’emergenza Covid-19 e di come l’Italia la sta affrontando. Oltre ad aver sottolineato come entro fine anno dovrebbero arrivare le prime dosi del vaccino, il ministro ha anche affrontato il delicato tema di un possibile secondo lockdown a scala nazionale. “L’Italia non può permetterselo in questo momento, quindi lo escluderei” le sue parole riportate da Adnkronos: “In Campania i numeri devono preoccuparci, ma c’è un sistema sanitario che è attrezzato, ce la farà così come le altre regioni italiane“.

Nelle prossime settimane, intanto, il governo ha dichiarato che monitorerà con molta attenzione l’andamento della curva dei contagi. Qualora i numeri arrivassero a soglie fuori controllo, si potrebbe pensare a mini zone rosse più a larga scala e nuove restrizioni per quanto riguarda movida e vita pubblica.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Francia, in un incidente aereo perdono la vita cinque persone

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui