Pirlo allenatore, un esaminatore ad iNews24: “Andrea ha le idee chiare, perciò la Juve ha scelto lui”

Gaetano Fontana ha parlato ai microfoni di iNews24 in quanto uno dei 30 che ha sostenuto l’esame per l’abilitazione ad allenatore UEFA. Con lui, tra gli altri, Andrea Pirlo e Luca Toni

Gaetano Fontana

Gaetano Fontana è un ex calciatore che ha militato in squadre come Reggina, Ascoli, Fiorentina e Napoli. Dopo aver appeso al chiodo i suoi scarpini da centrocampista, nel 2007, ha intrapreso la carriera da allenatore in squadre di campionati inferiori. Ai microfoni di iNews24, ha raccontato di non poter fare a meno del terreno di gioco: “In questo momento sono fermo, vorrei fare una scelta più ponderata rispetto alle precedenti. Pur di stare in campo, per la forte passione del rettangolo verde, alcune scelte non si sono rivelate così importanti per la mia carriera. Ho avuto qualche approccio con alcune società di Serie C, ma preferisco aspettare“.

> > > CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOSTRE INTERVISTE IN ESCLUSIVA < < < 

Gaetano Fontana, l’esame insieme ad Andrea Pirlo

Andrea Pirlo allenatore sexy
Andrea Pirlo (Getty Images)

È noto che il 15 settembre anche il tecnico della Juventus, Andrea Pirlo, ha sostenuto l’esame di abilitazione come allenatore UEFA. Con lui, un altro campione del mondo, Luca Toni. Fontana ha raccontato, a proposito: “In questi contesti si prova a scostarsi dal proprio passato, ho visto Luca e Andrea orientati verso l’avvenire. Hanno voltato pagina, l’interesse verso la materia era dato dal fatto che di questo vogliono fare il loro futuro”.

Andrea Pirlo, in particolar modo era ben chiaro, sin dall’inizio del corso su ciò che avrebbe voluto fare: “Quando stavamo facendo il corso, soprattutto pre lockdown, Andrea era orientato a cominciare a lavorare del basso, tant’è che era stato presentato come allenatore dell’Under 23, – ha raccontato Fontana – poi qualcosa è cambiato in corso d’opera. I dirigenti della Juventus hanno ritenuto giusto piazzarlo sulla panchina della prima squadra e lui si sente in grado di poterlo sostenere. Mi è sembrato un ragazzo interessato alla materia, molto aperto al dialogo ed al confronto. Dimostrava interesse verso un certo tipo di calcio, ma da ciò che si ha in testa a trasformarlo, non ci vuole solo la conoscenza, ma anche chi ti permette di farlo. Abbiamo visto recentemente che anche Sarri ha un tipo di calcio in testa, ma se non incontra le caratteristiche dei giocatori, rimane teoria“.

Pensi che Andrea Pirlo somigli a qualche allenatore?

“Ognuno di noi è figlio di esperienze passate, inglobiamo ciò che gli allenatori passati ci hanno insegnato e lui partirà da questa base. Certamente strada facendo si cambia completamente, l’esperienza e il confronto con i ragazzi ti formano e ti danno un indirizzo più preciso. Il calcio è in continua evoluzione, se proponessi il calcio che facevo io 15 anni fa, resterei indietro”.

Ex Napoli e calabrese: com’è vedere Rino Gattuso sulla panchina azzurra

Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (Getty Images)

Gaetano Fontana ha vestito la maglia del Napoli per due anni, è passato poi all’Ascoli l’anno prima della promozione in A. 36 presenze e 4 gol, adesso in quella squadra c’è un suo conterraneo: Gennaro Gattuso. “Ho visto in Gattuso delle idee, uno studio, una squadra che ha conquistato un’identità. Da quando è arrivato, fino alla fine, ha avuto alti e bassi, ma è normale perché ha preso la squadra in corso d’opera. Lui ha la capacità di incidere, ha capito chi è funzionale al suo progetto e chi meno e sicuramente con la società stanno studiando come utilizzare la sua esperienza e sfruttare al meglio la rosa a disposizione”.

Griglia di partenza della Serie A?

“La Juventus confermerà il suo strapotere. È un impianto collaudato, a prescindere dall’allenatore che c’è. L’Inter si sta avvicinando molto, ha fatto un mercato importante. Il Napoli lo vedo leggermente defilato, in ristrutturazione. Così anche Lazio e Milan. Chissà che ci sarà una squadra rivelazione anche quest’anno”.