Coronavirus, Russia: distribuito primo lotto del vaccino

Continua la lotta contro al Coronavirus, con la Russia che ha distribuito il primo lotto del vaccino nelle varie regioni del paese.

coronavirus Russia
Il vaccino arriva nella nazione russa (Getty Images)

E’ la Russia la prima nazione a pubblicare un vaccino pronto ad arrivare in tutte le regioni del paese già dai prossimi giorni. La nazione governata da Vladimir Putin batte le concorrenti, ed in barba alle approvazioni dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) decide di mettere sul mercato il vaccino chiamato (Sputnik V).

La notizia potrebbe avere riscontri positivi anche sul resto del continente e del pianeta. Infatti se il vaccino sarà efficace, crescerà la possibilità che arrivi nelle nostre farmacie prima dell’inizio del 2021. Così saranno battute tutte le stime dei virologi, che negli ultimi giorni si erano detti pessimisti su un arrivo di un vaccino addirittura prima del 2022.

Quella della Russia sarà una consegna pilota, che verificherà il funzionamento delle reti logistiche di distribuzione. Saranno i pazienti ad alto rischio i primi a ricevere il vaccino. La Russia fu la prima nazione a registrare il vaccino, infatti l’arrivo di Sputnik V fu annunciato lo scorso 11 agosto. Inoltre il Covax russo garantisce immunità dal Covid per ben due anni.

Coronavirus, in Russia spunta il vaccino: crescono i casi nel mondo

coronavirus Russia
Continuano a salire i casi nel mondo (Getty Images)

Mentre in Russia viene messo a disposizione il primo vaccino per Coronavirus, nel resto del mondo continuano ad aumentare i casi. In India la situazione appare particolarmente critica. Infatti nel grande paese indiano, i casi in un solo giorno sono ben 90mila, un vero e proprio record negativo.

Dall’Onu (Organizzazione Nazioni Unite), arriva una proposta per contenere la pandemia. Infatti l’Onu ha chiesto una cooperazione internazionale per contenere l’emergenza sanitaria da Coronavirus. Inizialmente si sperava un’approvazione all’unanimità, ed invece gli unici due paesi che si sono detti contrari alla proprosta sono stati Usa ed Israele.

Intanto nella gioranta di ieri è tornato a parlare l’esperto virologo Anthony Fauci. Infatti, secondo il virologo americano ha affermato che si tornerà ad una sorta di normalità solamente a fine 2021. Infine Fauci ancora una volta si schiera contro Trump, affermando di non essere d’accordo sulle affermazioni del presidente, secondo il quale gli Usa starebbero voltando pagina sul discorso pandemia.

L.P.

Per altre notizie di Cronaca Estera, CLICCA QUI !