Morte in diretta, Facebook blocca il live di Alain Cocq

Morte in diretta, Facebook ha deciso di interrompere il video live di Alain Cocq. L’uomo in questione, affetto da una malattia rara e impossibilitato dell’eutanasia in Francia, ha deciso di protestare mostrando le ultime ore della sua vita. 

Alain Cocq
Alain Cocq

Facebook ha bloccato la diretta di Alain Cocq, l’uomo che ha deciso di trasmettere live la sua morte. “Voglio dimostrare che in Francia non si può morire con dignità”, ha spiegato il triste protagonista. L’uomo, infatti, affetto da una malattia rara che lo rende quasi un vegetale, ha chiesto più volte il suicidio assistito ma senza mai ottenerlo.

Un système de repli sera actif d'ici 24H00 quand à la diffusion de la vidéoMais ne manqué de faire savoir ce que vous…

Pubblicato da Alain Cocq su Sabato 5 settembre 2020

Morte in diretta, Facebook oscura Alain Cocq

Così è giunto a una decisione estrema: optare per un’eutanasia autonoma e non ufficiale, smettendo di alimentarsi. E ha iniziato a farlo riprendendosi nelle sue ultime ore di vita. Il social network, tuttavia, ha deciso di bloccare la trasmissione tra lo scalpore e la commozione generale.

Potrebbe interessarti anche —-> Vaccino Coronavirus, Sanofi: “Costo? Meno di 10 euro a dose”

La motivazione ufficiale del gigante blu è stata la seguente: “Pur rispettando la sua decisione su un argomento delicato e complesso, sulla base dei consigli dei nostri esperti, abbiamo deciso di fermare le immagini di Alain. Le nostre regole non permettono di esibire tentativi di suicidio”, ha riferito un portavoce.

Il 57enne, nel frattempo, ha assicurato che troverà un nuovo canale per trasmettere le sue ultime ore. Il presidente Emmanuel Macron, intanto, continua a negare l’intervento farmacologico poiché le sue condizioni non rientrerebbero nei criteri considerati per la fine della vita.

Leggi anche —-> Covid-19, l’accusa alla Grecia: “Nasconde i casi per non perdere i turisti”