Covid-19, l’annuncio di Sileri: “Casi in aumento ma situazione non critica”

Covid-19, l’annuncio di Sileri: “Casi in aumento ma situazione non critica”. Il viceministro della Salute non crede che si tornerà più ai livelli di marzo

Sileri
Covid-19, l’annuncio di Sileri: “Casi in aumento ma situazione non critica” (Foto: Facebook)

I contagi di coronavirus sono in aumento in Italia, ma sempre meno rispetto al resto d’Europa. La mobilità per le vacanze estive ha portato ad una prevedibile impennata di contagi, con almeno la metà dei nuovi infetti che provengono dalle località balneari. Per ora però la situazione all’interno delle terapie intensive, vera cartina di tornasole, resta sotto controllo. A sottolinearlo è stato il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto durante la trasmissione di La7Coffee Brak“.

Sono aumentati i casi di Covid nelle ultime settimane ma la situazione non è critica come in passato. Gli ospedali non sono ancora sotto stress. Sicuramente con l’arrivo della stagione fredda assisteremo ad una diffusione più elevata del virus ma siamo pronti a fronteggiarla“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Berlusconi, l’ex Lario: “Sono addolorata, ma mi dicono di star tranquilla”

Covid-19, l’annuncio di Sileri: “Casi in aumento ma situazione non critica”

Pierpaolo Sileri
Covid-19, l’annuncio di Sileri: “Casi in aumento ma situazione non critica” (Foto: Facebook)

Sileri è piuttosto convinto che anche con il ritorno dell’inverno non assisteremo ad una condizione simile a quella di febbraio e marzo. 

“Nonostante sia nelle previsioni avere un rialzo dei casi Covid nei prossimi mesi non si arriverà alle criticità vissute lo scorso inverno. Questo perchè siamo in grado di convivere con il virus”.

Il dato sulle terapie intensive è sicuramente incoraggiante: “Ad oggi abbiamo circa 120 ricoverati. Stanno aumentando ma per ora non creano alcun problema ai nostri ospedali. Sono numeri sotto controllo. L’importante sarà gestire sempre i focolai senza farli mai crescere oltremodo”. 

Le linee guida sono abbastanza chiare e il ministero della Salute le ha già illustrate, ora starà alla popolazione rispettare le regole e superare quest’ultimo periodo difficile in attesa del vaccino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, boom di contagi: riapre pronto soccorso del Cardarelli