Alessandro Di Battista, è nato il secondo figlio Filippo nel giorno del suo compleanno

Un regalo di compleanno unico per Alessandro Di Battista, nasce proprio oggi il suo secondo figlio Filippo. Lo annuncia l’ex-deputato M5s su Instagram.

Il secondo figlio di Alessandro Di Battista
Fonte Instagram

“È nato Filippo! La mamma è stata mitica e sta benone. Filippo è nato ascoltando Sweetest Thing degli U2. Un ottimo inizio direi! Grazie a @sahra_lahouasnia per questo regalo di compleanno davvero unico”.

Alessandro Di Battista posta l’annuncio con una foto sui social network. L’immagine ritrae lui e la sua compagna Sahra che stringe tra le braccia il piccolo neonato, di cui si intravede solo la manina.

La coppia si trova a Pescara, dove stava trascorrendo qualche giorno di vacanza. Una coincidenza davvero particolare: oggi è anche il compleanno di Di Battista, che compie 42 anni.

“Grazie a tutti per gli auguri che mi avete fatto. Sarà l’ultima volta del resto che festeggio un compleanno mio” è il commento di Dibba sotto al post. Auguri di un certo livello sono quelli lasciati dall’account del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio“Auguri ragazzi, siete bellissimi. Un abbraccio grande. Ci vediamo presto Ale!”.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > M5S, acceso scontro Di Battista-Grillo via Twitter: clima teso

Estate da sogno per Dibba tra vacanze e selfie

Di Battista sta trascorrendo le proprie vacanze nei pressi di Ortona e nei giorni scorsi era stato anche sulla Majella. Sono circolate su tutti i media le foto che lo ritraevano barman nel locale di suo cugino al Lido Riccio. Il caffè è stato preso d’assalto in pochi giorni da decine di sostenitori del Movimento 5 Stelle che hanno fatto a gara per scattarsi un selfie con l’ex-parlamentare.

L’anima ribelle del M5s era tornato alla ribalta pochi giorni fa anche per un video postato su Facebook in cui prendeva posizione sulla polemica per la mancata revoca delle concessioni ad Autostrade per l’Italia della famiglia Benetton. Secondo Di Battista, il governo Conte è stato il prima a “prendere a schiaffi” i costruttori.