Open Arms, Salvini: “Io avanti a testa alta”

0
3

Ieri il Senato ha mandato Matteo Salvini a processo, il secondo negli ultimi mesi, per la vicenda Open Arms: le parole del leader della Lega

Covid plasma salvini governo

Il Senato ha deciso per il ‘sì’ a mandare a processo il leader della Lega, Matteo Salvini, riguardo la vicenda Open Arms. Lui, che viene a sapere della decisione mentre era in macchina diretto a Milano Marittima, ha commentato: “Sono nel giusto. Contro di me festeggiano i Palamara, vigliacchi, scafisti e chi ha preferito la poltrona alla dignità. Provo orgoglio per aver difeso l’Italia, lo rifarei e lo rifarò”. Poi continua: “Vado avanti a testa alta perché ho la coscienza pulita, ho fatto il mio dovere utilizzando il buonsenso. Ma il tempo è galantuomo”.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus Brasile, oltre 91mila vittime: in GB nuove restrizioni

Open Arms, Salvini attacca Renzi

Sondaggi Salvini

Se prima la sua strategia di difesa era dimostrare che i suoi atti erano collegiali e che quindi prevedevano il processo anche per Conte e gli M5S, ora parla di una “maggioranza che sceglie la via giudiziaria e non quella delle libere elezioni per battermi”. Su questo preciso punto, Salvini trova concorde Berlusconi. Il Cavaliere, il quale negli anni ha subito diversi processi, ha spiegato: “La sinistra si libera degli avversari con l’uso politico della giustizia. Lo hanno fatto con me in 96 processi e 3636 udienze”.

La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, invece dice: “Quando saltano le regole dello stato di diritto, nessuno è più al sicuro”.

“Renzi ha la credibilità di una pianta grassa, nemmeno i suoi genitori gli credono. Meglio il silenzio dei Cinque Stelle che lui”. Italia Viva, di cui Renzi è leader, è stato il partito che ha fatto da ago della bilancia sulla scelta di mandarlo a processo, il secondo in pochi mesi.

LEGGI ANCHE—> Scuola, in caso di lockdown garantito orario minimo: il piano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui