Coronavirus, voli in crisi: British Airways manda in pensione i 747

0

La pandemia di Coronavirus ha fatto crollare il turismo e di conseguenza i voli. La compagnia di bandiera britannica corre ai ripari ritirando parte della flotta.

coronavirus voli
Foto di cedarjet201 da Pixabay

Non è un mistero che tra i settori più duramente colpiti dalla pandemia di Covid-19 ci sia il turismo. Una crisi severa e che abbraccia diverse realtà, dagli alberghi ai trasporti, primo su tutti ovviamente quello aereo, penalizzato dalle tante limitazioni agli spostamenti internazionali ancora in vigore.

Per far fronte a questa durissima contrazione del mercato la British Airways, compagnia di bandiera del Regno Unito, sta valutando misure drastiche, come la riduzione della flotta. Diverse le compagnie in grave difficoltà in giro per il mondo, molte delle quali hanno già annunciato – per contenere le perdite – massici tagli al personale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il turismo è in ginocchio, persi 110mila posti di lavoro nel mese di Giugno

British Airways, la pandemia lascia a terra i Boeing 747

Aereo
 (photo Pixabay)

Lasciano ben poca speranza le dichiarazioni rilasciate dalla compagnia: “È con grande tristezza che confermiano che stiamo proponendo di ritirare la nostra intera flotta di 747 con effetto immediato.” Stando ai piani originari, il celebre modello realizzato dalla Boeing a partire dal 1970 sarebbe dovuto andare in pensione gradualmente. L’ultimo aeromobile infatti, sarebbe dovuto rientrare definitivamente nell’hangar nel 2024. La scelta era già stata presa in virtù della maggiore efficienza garantita dagli aerei più recenti, come il 787 – per quanto riguarda il produttore americano – ed il nuovo Airbus A350.

Solo nei primi tre mesi dell’anno, la controllante di British Airways ha registrato perdite per 1.67 miliardi di euro, una cifra capace di mettere in ginocchio qualsiasi colosso dell’aeronautica civile. Tra le misure al vaglio c’è anche il probabile licenziamento di 12mila dipendenti, oltre alla messa all’asta della pregiata collezione d’arte di proprietà della compagnia, valutata diversi milioni di sterline.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, crolla il turismo: prenotate solo 4 camere su 10

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui