CONDIVIDI

I pm italiani hanno chiesto l’elezione di domicilio per dieci egiziani che avrebbero avuto un ruolo nella morte di Giulio Regeni in Egitto

caso regeni egitto documenti
Proseguono le indagini per la morte di Giulio Regeni (photo Getty)

La Procura di Roma deve compiere una corsa contro il tempo per scoprire la reale verità sulla morte di Giulio Regeni in Egitto. Infatti, il pm Sergio Colaiocco, dovrà chiudere il procedimento entro il 4 dicembre, momento in cui scadranno i due anni dall’iscrizione nel registro degli indagati di cinque ufficiali del servizi segreti del Cairo accusati di sequestro di persona. Insieme a questi, per altri 5 nomi i pm italiani avrebbero chiesto l’elezione di domicilio. Avrebbero potuto avere tutti un ruolo nella vicenda che ha visto l’omicidio del ricercatore friulano nel febbraio del 2016.

LEGGI ANCHE—> Nonna muore d’infarto dopo aver visto le tre nipoti stuprate

Paste the following code before the "" or "" tag

Morte Giulio Regeni, chi sono i 10 egiziani coinvolti

caso regeni egitto documenti

La redazione di TgLa7 ha rivelato gli atti sui quali sono presenti i nomi e le cariche degli egiziani indagati.

Tariq Sabir: generale della Polizia presso il Dipartimento di Sicurezza Nazionale.

Uhsam Helmi: già in forza presso la Direzione di Sicurezza Nazionale.

Magdi Ibrahim Abdelal Sharif: in servizio presso la Sicurezza Nazionale.

Mustafa Maabad: in servizio presso la Sicurezza Nazionale.

Mahmoud Najem: in servizio presso la Direzione di Sicurezza Nazionale di Giza.

Athar Kamel Mohamed Ibrahim: già capo delle investigazioni giudiziarie del Cairo.

Mahmud Mohamed Abdelazim Hendy: capo sezione della Sicurezza Generale presso la Direzione di Sicurezza.

Hany Mahfuz Mayub Ahmed: responsabile del Distretto della lotta ancrimini antifrode del Cairo.

Ala Al Din Rushdi Bashandi Bilal: responsabile della Filiale del Dipartimento delle Investigazioni Criminali di Shubra al-Khaiman

Hosam Aldin Abdallah Foda Hasan: direttore generale presso l’Unione dei lavoratori dell’Egitto e presidente del consiglio egiziano per i diritti dei lavori e dei contadini.

LEGGI ANCHE—> Marò, la sentenza del Tribunale internazionale: “Processati in Italia”