CONDIVIDI

Alex Zanardi incidente, a otto giorni dal sinistro e mentre lo sportivo è ancora in coma a Siena c’è una nuova ipotesi sulle cause

Alex Zanardi, nuove ipotesi sull’incidente (Getty Images)

Alex Zanardi è ancora in coma all’ospedale di Siena e fino a nuovo ordine non arriveranno altre notizie sulle sue coindizioni di salute. Ma intanto l’inchiesta sull’incidente di otto giorni fa va avanti e spunta una nuova clamorosa ipotesi sulle possibili cauise. A riferirla è l’Ansa che punta il dito sulle condizioni dell’aslafto in quelò tratto di strada a Pienza.

Questa almeno è una delle ipotesi sulle quali stanmno lavorando gli investigatori. Le condizioni del manto stradale sulla provinciale 146 potrebberoessere state la causa della perdita di aderenza da parte della handbike di Zanardi. Ma è ancora presto per azzardare ogni ipotesi, nonostante siano valutazioni al vaglio della Procura di Siena.

Zanardi lotta ancora per la vita (Getty Images)

Dalla dinamica dell’incidente sembra chiaro che accanto al possibile errore umano possano esserci stati altrui motivi o concause. La Procura deve verificare in quale stato fosse la strada che Zanbardi e i suoi compagni in quella tragica staffetta stavano percorrendo. perché la presenza di una buca, un avvallamento, una fessura non visibile potrebbe essere stata decisiva.

Paste the following code before the "" or "" tag

Quindi sono state scattate diverse fotografie e ci sarà probabilmente anche una perizia in merito. Allo stesso modo proseguiranno le verifiche sul mezzo che Zanardi stava guidando per accartare se possa essersi trattato di un cedimento strutturale o di un guasto. Lui era certamente esperto, aveva una grossa prayoca cn quel mezzo e sapeva anche come muoversi sopra alla handbike. Per questo la possibilità che sia inmtervenuto un fattore esterno è da analizzare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Incidente Zanardi, doppia perizia sulla handbike per capire la dinamica

Zanardi ancora in coma, l’arcivescovo di Siena che l’ha visto spera ancora

Alex Zanardi permane in coma farmacologico all’0spedale Le Scotte di Siena e non può ricevere nessuno. In realtà però ieri, anche se la notiozie è emrrsa solo nelle ultime ore, a fargli visita è stato monsignor Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena. Una visita strettamete privatache ha fatto seguito alla lettera inviata dal Papa al campione.

Intervistato da ‘Il Giornale’, l’arcivescovo ha espresso parole di speranza: “Ho chiesto ai medici di potergli fare visita. Ho atteso il momento opportuno, in genere la mattina va a trovarlo il figlio e il pomeriggio la moglie Daniela. Sono potuto restare da solo con lui per qualche minuto, ho recitato una preghiera, ho dato una benedizione e affidato la sua vita alla misericordia di Dio”.

Tutti fanno il tifo per Alex Zanardi (Getty Images)

Secondo lui i medici hanno espresso una certa positività e Alex potrebbe farcela anche se le sue condizioni rimangono critiche. E lui ha avuto la sensazione di trovarsi di fronte ad un uomo che lotta per la sua vita. In più sa che è in ottime mani e quindi l’augurio è che anche questa volta possa farcela. Intanto lui continuerà a pregare.