Fase 3 discoteche: le regole per la riapertura in tutta Italia

Fase 3 discoteche: le nuova regole per la riapertura in tutta Italia sono finalmente operative. Novità anche per altri tipo di locali aperti al pubblico

Fase 3 discoteche regole
Fase 3 discoteche, le nuove regole (Pixabay)

Fase 3 discoteche e non solo. Oggi la conferenza delle Regioni ha definito e approvato oggi le linee guida generali per la riapertura delle sale da ballo, così come per sale da gioco, centri termali e centri congressi. Per tutti valgono le norme generali sulla sanificazione e sul distanziamento. Poi però ogni locale dovrà rispettare norme specifiche.

Le discoteche, chiuse in tutta Italia da più di 3 mesi, dovranno contingentare gli accessi. Questo per garantire la possibilità di mantenere almeno un metro di distanza tra le persone. Ma il distanziamento sale a 2 metri sulla pista da ballo. In ogni caso è consentito ballare soltanto all’esterno mentre negli ambienti chiusi c’è l’obbligo di indossare la mascherina.

Inoltre i gestori dovranno permettere la prenotazione dell’accesso telematica e tenere un registro delle presenze per almeno 14 giorni. E ancora, nessuno potrà consumare i drink al bancone e tutti dovranno mettersi in fila per le ordinazioni. Tutti gli indumeni in più dovranno essere inseriti in appositi sacchetti porta abiti e le superfici disinfettate frequentemente, garantendo il ricambio di aria negli ambienti interni.

Fase 3, riscritte le regole per le terme (Pixabay

Regole strette anche per le sale slot, bingo e scommesse. Accessi ontingentati per consentire il rispetto delle distanze interpersonali. I gestori dovranno promuovere l’utilizzo degli ambienti esterni (se disponibili) e igienizzare le superfici e gli oggetti dopo ogni singolo utilizzo. Quindi tutti gli oggetti che non possono essere igienizzati non potranno nemmeno essere utilizzati.

Congressi e fiere dovranno essere organizzati in base alla capienza degli spazi scelti. Sia gli utenti che il personale per l’assistenza dovranno indossare sempre la mascherina Inoltre i dispositivi utilizzati dai relatori dovranno essere coperti da pellicola per uso alimentare e disinfettati ad ogni intervento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fase 3 Italia: cosa possiamo fare e non fare dal 3 giugno

Fase 3: le regole per riaprire le sale gioco, centri termali, cinema e teatri

Anche le piscine termali potranno riaprire, garantendo almeno uno spazio adeguato. Pari a 7 metri quadri d’acqua per utente se è permessa l’attività natatoria, 4 metri quadri per persona se l’attività natatoria non è consentita. L’attività collettiva, tipo acquabike o acquagym, è permessa con un distanziamento interpersonale di due metri, possibilmente all’esterno. Nelle piscine interne serve inveve una pausa di un’ora tra un’attività e la seguente, arieggiando  adeguatamente il locale.

I centri benessere dovranno garantire almeno 2 metri di distanziamento tra gli utenti. Non si potranno usare ambienti caldi e umidi come le saune, se non su prenotazione e ucon utilizzo esclusivo. Negli spogliatoi occorre garantire un metro di distanziamento tra le persone evitando l’uso promiscuo di oggetti e biancheria.

Infine per cinema e teatri, gli utenti dovranno indossare la mascherina. I posti a sedere dovranno prevedere la distanza di un metro tra uno spettatore e l’altro, con la sola esclusione di spettatori appartenenti a uno stesso nucleo familiare. Oppure in alternativa che i posti a sedere non siano adeguatamente separati con pannelli in plexiglass. Per gli spettacoli al chiuso numero massimo di spettatori pari 200, che salgono a 1000 per gli spettacoli all’aperto.

Il mondo delle discoteche scende in piazza (Pixabay)

Intanto però domani, 10 giugno, il mondo delle discoteche scenderà in piazza davanti a Montecitorio per protestare. Lo ha annunciato il Silb – Confcommercio, Sindacato Italiano dei Locali da Ballo che ha organizzato un flash mob dalle 9 fino alle 13. Lamentano il disinteresse per un modo con un giro d’affari pari a 65,5 miliardi di euro (con un impatto sul Pil di 36,2) e circa 570mila addetti.