CONDIVIDI

Le elezioni Regionali 2020, inizialmente programmate per fine maggio, slittano inevitabilmente a causa del Coronavirus: per la data si scontrano i politici

elezioni regionali data
Il Coronavirus
fa slittare le elezioni regionali (via WebSource)

Le elezioni Regionali 2020, inizialmente programmate alla fine di maggio, sono state inevitabilmente rinviate a causa del Coronavirus in Italia. In 9 Regioni e in alcuni Comuni i cittadini saranno chiamati al voto nei prossimi mesi, anche se non tutti concordano sulla data. Il Governo ha proposto lo svolgimento della amministrative a settembre, ipotizzando come giorno il 13, ma molte voci si sono dichiarate contrarie. Da Forza Italia arrivano pareri discordi, in quando questo periodo non consentirebbe un’agevole raccolta delle firme per la presentazione delle liste e anche la campagna elettorale.

Anche da Italia Viva aggiungono che, con una propaganda che coinvolgerebbe una buona parte del mese di agosto, si rischierebbe di aggravare ulteriormente il turismo italiano. Non è d’accordo nemmeno la Lega, che ha presentato un emendamento al decreto di rinvio delle elezioni in Commissione di affari costituzionali alla Camera, che verrà votato martedì. Con esso si chiede che nelle Regioni a statuto ordinario, il cui mandato degli organi elettivi scade il 2 agosto, possano già indire le elezioni, da svolgersi a luglio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elezioni Usa 2020, i sondaggi: Biden in vantaggio di 8 punti

Elezioni Regionali 2020, è caos sulla data del voto: le proposte

Elezioni regionali data
Elezioni Regionali 2020 (photo Gettyimages)

Ad alzare la voce è anche il governatore della Liguria, Giovanni Toti, che ha parlato apertamente di “furto della democrazia” e anch’egli auspica che si vada alle urne già a fine luglio. Dello stesso avviso è il suo collega Michele Emiliano, presidente della Puglia, che invoca elezioni a luglio perché “in autunno il rischio epidemiologico potrebbe essere maggiore”. Emiliano, inoltre, ha chiesto che sulla questione intervenga il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dall’ultima discussione alla Camera è emerso che la presunta data potrebbe essere quella del 20 settembre, con il secondo turno delle elezioni comunali il 4 ottobre.

LEGGI ANCHE >>> Chat magistrati, Salvini bacchetta Mattarella: “E’ normale?” – VIDEO