Coronavirus, la situazione nel mondo: Usa verso i 400mila casi, oltre 5mila morti in UK

Con l’avanzare della pandemia da Coronavirus, la situazione nel mondo inizia a delinearsi in aree piuttosto chiare. I numeri più spaventosi continuano ad arrivare da Stati Uniti ed Europa.

Coronavirus contagi
(photo Gettyimages)

Nel momento in cui scriviamo sono oltre 367mila le persone risultate positive al SARS-CoV-2 nei soli Stati Uniti, partiti in ritardo rispetto alla maggior parte degli altri altri paesi del mondo con le misure ormai ben note, agli italiani in primis, di isolamento e distanziamento sociale.

Quasi trecentosettamila contagiati che si sono rapidamente trasformati in 10.980 morti, quasi la metà dei quali nella sola area di New York. La libertà lasciata da Trump ai singoli stati non ha di certo facilitato le cose. Diversi governatori infatti, ancora non hanno adottato misure rigide come richiesto a più voci dalla comunità scientifica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Trump: “Le prossime saranno settimane dolorose”

Coronavirus, la situazione nel mondo: 16mila casi in Canada, 12mila in Brasile

coronavirus situazione nel mondo
(screenshot da elaborazione Johns Hopkins University)

Sono le prossime due settimane tuttavia a preoccupare maggiormente il sistema sanitario americano. Con ogni probabilità si dovrà avere a che fare con numeri in peggioramento e la possibile accensione di nuovi focolai, nonostante il numero dei guariti abbia intanto quasi raggiunto le 20mila unità.

Restando nel continente americano va menzionato per forza di cose anche il Canada. Qui i casi registrati di positivi al Coronavirus sono attualmente 16.653, con 323 deceduti e 3.616 pazienti classificati guariti.

Scendendo nell’emisfero opposto troviamo invece il Brasile, altro paese il cui presidente – Jair Bolsonaro – ha inizialmente sottostimato, per non dire smentito, l’entità della pandemia. Attualmente i casi noti oltre 12mila, che hanno causato finora oltre 500 decessi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Bolsonaro: “Tanti morti in Italia perché piena di vecchi!”

Superati i 140mila casi in Spagna, preoccupa la mortalità in Francia e UK

coronavirus situazione nel mondo
(Wikipedia)

Se la Spagna ha superato l’Italia già da diversi giorni, con oltre 140mila casi e quasi 14mila deceduti, salgono i numeri anche in Germania, dove tuttavia la mortalità rimane contenuta per diverse ragioni. In Francia sono quasi 9000 i morti causati dalla pandemia, mentre nel Regno Unito non si registrano ancora guarigioni ed i numeri continuano a salire.

Proprio in questi ultimi due paesi, la mortalità continua ad essere superiore al 10%, sebbene vadano considerate le diverse metodologie di calcolo applicate nelle diverse nazioni, soprattutto nella scelta di quali e quanti individui sottoporre ai tamponi.

Crescono infine i numeri anche nei paesi del Nord Europa, i più restii ad adottare le misure di distanziamento sociale. Aumentati negli ultimi giorni i numeri anche in Olanda, in Danimarca e soprattutto in Svezia, altra nazione inizialmente decisa ad intraprendere la controversa via dell’immunità di gregge.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La Svezia valuta misure più restrittive contro il Coronavirus