Coronavirus, coppia bloccata in viaggio di nozze: la storia 

Coronavirus, il viaggio di nozze di una coppia si è trasformato in un incubo: tutta colpa del Covid-19. Bloccati all’estero, due neo sposi non hanno possibilità di ritorno per il momento. 

Coronavirus

Bloccati alle Maldive durante il viaggio di nozze causa coronavirus. E’ la storia di Olivia e Raul De Freitas, neo sposi di 26 e 27 anni, raccontata dal New York Times quest’oggi. La coppia, proveniente dal Sudafrica, si è trovata al posto giusto nel momento sbagliato. In piena pandemia.

Ed è così che è rimasta bloccata a oltranza sull’isola paradisiaca. Un viaggio lungo iniziato domenica 22, quando sono poi arrivati al Cinnamon Velifushi Maldives, e che dura tutt’oggi. I due coniugi – racconta il quotidiano – avevano anche pensato di rinviare la luna di miele, ma allora non la situazione non era critica e aveva comunque avuto rassicurazioni dall’agenzia di viaggio su un ritorno immediato in caso di bisogno.

Morti Coronavirus
 (Foto: Getty)

Coronavirus, coppia bloccata in viaggio di nozze

Peccato però che questo non sia successo. Quando la situazione è sfuggita di mano, non hanno fatto in tempo a rientrare prima che il Paese chiudesse le frontiere. Ed è lì che i due si sono messi in contatto con l’ambasciata locale, scoprendo due cose. In primis che c’erano un’altra quarantina circa di sudafricani nelle loro condizioni. Poi la seconda, ovvero la cattiva notizia, che il Governo non voleva saperne di pagare il loro rientro.

Se avessero voluto lasciare la località, avrebbero dovuto nollegiare un jet privato dal costo di 100 mila euro da dividere con l’intero gruppo. Ma nel frattempo solo la metà dei presenti in lista si erano palesati o avevano dato notizie proprie. Dunque la situazione non si è sbloccata ed è ancora in essere.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, foulard e sciarpe proteggono? La risposta ufficiale

La svolta sembrava essere giunta qualche giorni fa quando la coppia fu convocata per fare i bagagli e spostarsi in un altro hotel, ma è stato solo falso allarme. Bisogna capire chi pagherà il volo, trovare un equipaggio che accompagni i turisti e che accetti di stare in quarantena 14 giorni una volta rientrati dal continente nero.

In tutto questo gli aeroporti sudafricani resteranno chiusi fino al 16 aprile e non si sa se queste restrizioni verranno prorogate ulteriormente. Il governo maldiviano sta sostenendo i turisti con costi e alimentazione, ma la situazione inizia a farsi comunque complicata. Gli sposi, infatti, dovevano restare appena 6 giorni alle Maldive. E a oggi non vi è ancora certezza sul rientro. Il sogno di una vita trasformatosi in un incubo. Maledetto Covid-19.

Conferenza stampa del 5 aprile 2020 ore 18

🔴 Coronavirus: l'aggiornamento quotidiano con il Capo Dipartimento, Angelo Borrelli, sull'emergenza e sulle attività messe in campo. Segui la diretta 👇

Pubblicato da Dipartimento Protezione Civile su Domenica 5 aprile 2020