CONDIVIDI

Coronavirus, decreti approvati per aiutare gli italiani. In queste ore non facili, il governo ha approvato dei decreti per aiutare la popolazione colpita dal virus. 

Il Premier Giuseppe Conte
Il Premier Giuseppe Conte (Getty Images)

Coroanvirus, decreti approvati dal governo per i cittadini. Il primo solleva i cittadini delle zone colpite dal virus a pagare le bollette. Il secondo, invece, permette agli studenti di vedere comunque riconosciuta la validità di questo anno scolastico malgrado alcuni giorni di chiusura per il virus, purché ci sia un minimo di 200 giorni di lezione. Di seguito le parole di Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana.

Coronaviurs, decreti approvati: le novità per gli alunni

Oggi ho avuto la possibilità di parlare, in videocollegamento, con alcuni sindaci e alcune famiglie della zona rossa del lodigiano. Insieme al ministro Guerini, al viceministro Sileri e al capo della Protezione civile Borrelli, abbiamo voluto raccogliere, in particolare, lo stato d’animo di due famiglie di Codogno e di Terranova dei Passerini. A loro abbiamo espresso vicinanza e sostegno, lanciando un messaggio chiaro: il Governo unito non vi lascerà soli.

Abbiamo ringraziato anche i sindaci di Codogno e di Castelgerundo, i quali mi hanno informato sulle molteplici preoccupazioni delle comunità locali: degli imprenditori, dei commercianti, degli artigiani, dei liberi professionisti, di tanti lavoratori.
A loro ho anticipato che nel Consiglio dei Ministri di questa sera sarebbero state portate dai Ministri competenti varie misure dedicate ai cittadini e alle attività produttive della zona rossa. Si tratta di un primo intervento, a cui seguiranno altri importanti misure nei prossimi giorni.

L’Italia non si ferma, volgiamo lo sguardo al domani, sempre più determinati a far correre l’economia. Questo vale per tutta l’Italia. Dobbiamo moltiplicare le nostre energie.
Insieme ce la faremo.

Lo stesso messaggio che, anche alla presenza del ministro Speranza, abbiamo indirizzato al direttore generale dell’Azienda socio-sanitaria di Lodi e al responsabile del Dipartimento emergenza urgenze. È stata l’occasione per esprimere piena gratitudine ai medici, agli infermieri, a tutto il personale per gli sforzi straordinari di questi giorni, per il lavoro quotidiano svolto spesso in situazioni difficili e complesse, al fine di tutelare la salute della comunità e di contenere la diffusione dell’epidemia”. 

LEGGI ANCHE —> Perché in Antartide la neve è diventata rossa (ed è un bel problema)

Videocall con sindaci e famiglie della zona rossa del lodigiano

Oggi ho avuto la possibilità di parlare, in videocollegamento, con alcuni sindaci e alcune famiglie della zona rossa del lodigiano. Insieme al ministro Guerini, al viceministro Sileri e al capo della Protezione civile Borrelli, abbiamo voluto raccogliere, in particolare, lo stato d’animo di due famiglie di Codogno e di Terranova dei Passerini. A loro abbiamo espresso vicinanza e sostegno, lanciando un messaggio chiaro: il Governo unito non vi lascerà soli.Abbiamo ringraziato anche i sindaci di Codogno e di Castelgerundo, i quali mi hanno informato sulle molteplici preoccupazioni delle comunità locali: degli imprenditori, dei commercianti, degli artigiani, dei liberi professionisti, di tanti lavoratori.A loro ho anticipato che nel Consiglio dei Ministri di questa sera sarebbero state portate dai Ministri competenti varie misure dedicate ai cittadini e alle attività produttive della zona rossa. Si tratta di un primo intervento, a cui seguiranno altri importanti misure nei prossimi giorni.L’Italia non si ferma, volgiamo lo sguardo al domani, sempre più determinati a far correre l’economia. Questo vale per tutta l’Italia. Dobbiamo moltiplicare le nostre energie.Insieme ce la faremo.Lo stesso messaggio che, anche alla presenza del ministro Speranza, abbiamo indirizzato al direttore generale dell'Azienda socio-sanitaria di Lodi e al responsabile del Dipartimento emergenza urgenze. È stata l’occasione per esprimere piena gratitudine ai medici, agli infermieri, a tutto il personale per gli sforzi straordinari di questi giorni, per il lavoro quotidiano svolto spesso in situazioni difficili e complesse, al fine di tutelare la salute della comunità e di contenere la diffusione dell’epidemia.

Pubblicato da Giuseppe Conte su Venerdì 28 febbraio 2020

 

Coronavirus, decreti approvati per studenti e lavoratori: i dettagli

Di seguito le parole del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro:

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto urgente a sostegno dell’economia nelle zone colpite dal Coronavirus. Abbiamo subito messo in campo le misure a tutela della salute dei cittadini e l’Organizzazione Mondiale della Sanità ne ha riconosciuto l’efficacia. Mentre in altri Paesi d’Europa si sta iniziando ora a fronteggiare l’epidemia, noi abbiamo già introdotto le norme a favore del mondo produttivo. I territori interessati ora possono ripartire e con essi anche l’Italia.

Il principio della massima precauzione ci ha consentito di agire in maniera tempestiva e arginare il più possibile il fenomeno. Ora diamo un aiuto concreto sul piano economico alle famiglie, ai lavoratori e alle imprese nei territori interessati.

Abbiamo previsto anzitutto la sospensione dei versamenti e delle utenze, quindi per i cittadini coinvolti si interrompe il pagamento di bollette e rate dell’assicurazione.
Per le Pmi introduciamo l’accesso gratuito e prioritario al Fondo di garanzia, che viene rifinanziato, in modo da aiutare le aziende a rilanciare l’attività economica.
Abbiamo deciso, inoltre, un rafforzamento delle risorse destinate al sostegno delle imprese esportatrici.

Sono state approvate anche norme a sostegno dei lavoratori, soprattutto in materia di cassa integrazione e di sussidio a chi è impossibilitato a svolgere l’attività professionale.
Abbiamo previsto, inoltre, misure specifiche per il settore del turismo, per la giustizia e per la pubblica amministrazione.

Il Governo sta lavorando con grande serietà con l’obiettivo di tutelare la collettività e aiutare il mondo produttivo e i cittadini.
Salute e rilancio dell’economia sono le nostre priorità per ottenere quanto prima il ritorno alla normalità.
Il prossimo passo è un nuovo provvedimento dedicato allo sviluppo dell’economia che consenta al Paese di tornare a crescere. Altri parlano e pensano alle polemiche di palazzo, noi lavoriamo per il bene del Paese”. 

LEGGI ANCHE —> Emilia-Romagna, Emma Petitti nominata Presidente dell’Assemblea

https://www.facebook.com/riccardofraccaroM5S/