Solar Orbiter, l’uomo si avvicina al sole: partita la sonda europea

E’ partita finalmente la sonda Europea Solar Orbiter. L’ambizioso progetto proverà ad avvicinare per la prima volta la stella, catturando delle immagini.

Solar Orbiter
E’ partita la prima sonda europea verso il sole (via Pixabay)

E’ partito l’ambizioso progetto spaziale europeo che proverà ad avvicinare l’uomo al sole. Così l’Esa, Agenzia Spaziale Europea, ha fatto partire la Solar Orbiter, una sonda spaziale che proverà ad avvicinare la calda stella ed a catturare alcune immagini esclusive del Sole.

Forse questo è il progetto più ambizioso dell’Esa, che ha lanciato la sonda a bordo di un razzo Atlas 5. Ovviamente l’operazione è condotta in collaborazione con la Nasa.

Ma questa operazione ha anche un pizzico di Italia al suo interno, infatti uno dei suoi dieci strumenti è stato realizzato dall’Università di Firenze.

Solar Orbiter, dopo due rinvii parte la sonda spaziale

Solar Orbiter
Dopo due rinvii parte la sonda verso il sole (via Pixabay)

Far partire il progetto ambizioso, però, non è stato affatto semplice. Infatti ci sono voluti ben due rinvii, prima di dare il via alla straordinaria operazione spaziale che potrebbe avvicinare l’uomo al sole come non mai. Il primo rinvio fu dovuto ad un problema tecnico, mentre il secondo avvenne a causa delle condizioni meteo sfavorevoli.

La missione sarà piuttosto lunga, visto che la sonda si avvicinerà a 42 chilometri dalla superficie solare solamente tra tre anni e mezzo se tutto va bene. Infatti la sonda andrà contro le forti temperature, ma soprattutto le forti radiazioni.

Inoltre la sonda ha sfruttato il perfetto allineamento tra Venere e la Terra, che ha permesso di calcolare la giusta traiettoria alla sonda per raggiungere la meta prefissata, sfruttando la gravitazione dei due pianeti.

L’obiettivo è raggiungere il punto più vicino al Sole, per catturare immagini dai due poli della stella, in modo da studiarne il campo magnetico. Infatti proprio dal campo magnetico, dipendono alcuni fenomeni come:  i cicli di 11 anni dell’attività solare e le violente tempeste visibili sulla Terra grazie alle bellissime aurore polari.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sul mondo della Tecnologia, CLICCA QUI !