Elezioni regionali: Silvio Berlusconi e i complimenti in diretta a Santelli

Elezioni regionali: il risultato in Calabria è chiaro anche prima che finisca lo scrutinio dei voti con la vittoria di Jole Santelli. E Silvio Berlusconi la chiama in diretta.

Berlusconi
Silvio Berlusconi esulta (Getty images)

Elezioni regionali: Silvio Berlusconi orgoglioso del risultato in Calabria anche perché Jole Santelli è una sua creatura. Il leader di Forza Italia l’ha svezzata nel mondo della politica e l’ha voluta fortemente come candidata del centrodestra in regione. Ora si gode la vittoria e l’ha voluto testimoniare subito.

Silvio Berlusconi è intervenuto in diretta nella conferenza stampa di Jole Santelli per complimentarsi con lei. “Abbraccio Jole, evviva evviva, e adesso si apre una fase nuova. Se la parola democrazia ha un senso, adesso dovrà cambiare il governo restituendo la parola agli italiani prima possibile”. Un chiaro accenno alle elezioni, quello che nemmeno Matteo Salvini ha fatto.

Ma il leader di Forza Italia guarda avanti: “Il Movimento 5 Stelle ha numeri impietosi che lo condanna all’irrilevanza politica. Ma in Calabria c’è stato un grande risultato di Jole. Una donna di Forza Italia che ha dedicato la vita alla sua terra. Sono sicuro che con la sua guida la Calabria sarà l’emblema del riscatto del Sud. Non più una terra di malaffare ma di eccellenze da valorizzare”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Berlusconi, frase sessista sulla Santelli nel comizio in Calabria – VIDEO

Jole Santelli in netto vantaggio, la Calabria passa al centrodestra

In Calabria i dati parziali della seconda proiezione Rai danno in effetti la vittoria della candidata azzurra, sostenuta da tutto il centrodestra. Jole Santelli è al 50,9% e viaggia con quasi 20 punti di distacco su Pippo Callipo, candidato del centrosinistra, che si ferma al 31,3%. Carlo Tansi (Lista civica) si attesta 10,6% Francesco Aiello (M5S) è al 7,2%.

Qui verranno eletti anche 30 consiglieri. In particolare 24 seggi sono distribuiti tra le circoscrizioni di Cosenza (9), Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia (8) e Reggio Calabria (7). Parteciperanno solo le liste che superano il 4% e le coalizioni di liste che ottengono dopo lo scrutinio oltre l’8%.

Gli ultimi 6 seggi sono assegnati alle liste che appoggiano il presidente eletto, sempre che queste non raggiungano il 50% dei seggi nel proporzionale. Se invece la coalizione del presidente raggiunge o supera il 50% dei seggi, ottiene un premio dimezzato, pari a 3 seggi. Il candidato presidente arrivato secondo viene comunque eletto consigliere regionale.