CONDIVIDI

Elezioni in Emilia Romagna in Calabria e gesto del citofono, parla Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia si esprime sul ballottaggio nella doppia regione e sul gesto di Matteo Salvini. 

Girogia Meloni sondaggi video
Giorgia Meloni  (Getty Images)

Elezioni in Emilia-Romagna e Calabria, parla Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia, in vista del ballottaggio decisivo sul doppio asse, ha rilasciato un’intervista a Tg4.

Meloni, il parere sulle elezioni e sul gesto del citofono

La politica, come suo solito, è apparsa convinta e fiduciosa: “La posta in gioco è dare la possibilità a due importantissime regioni di dare uno sviluppo diverso e migliore. Una Calabria governata così male che la Calabria non ha potuto nemmeno ricandidare il governatore usciente e un’Emilia Romagna che è una locomotiva non grazie al Pd ma nonostante il Pd, può avere un futuro migliore”. 

Potrebbe interessarti anche —> Lodi, uccise ladro durante una rapina: la decisione del giudice

Capitolo Matteo Salvini. La Meloni prima evidenzia l’intesa col leader della Lega, poi spiega perché non avrebbe fatto il gesto del citofono: “I rapporti sono ottimi. Siamo alleati. Mi pare che stiamo vincendo o comunque siamo assolutamente in partita. I nostri partiti già governano insieme in diverse regioni con risultati straordinaria. siamo consapevoli che questa sfida deve dare a questa nazione un governo forte, coeso, coraggioso e duraturo”. 

E a proposito di quanto accaduto recentemente: “Si è data molta enfasi a una provocazione. Perché quella è una provocazione. Salvini ci ha abituati che fa parlare molto di se in sede elettorale con gesti che non ci si aspetterebbe. Il non lo avrei fatto per il tipo di emulazione che i nostri gesti creano”, ammette la donna.