Polizia, app per il riconoscimento facciale: la scoperta

Polizia e l’app per il riconoscimento facciale: la clamorosa scoperta rischia di stravolgere le leggi della privacy e creare un reality show nella vita reale.

Un’applicazione per il riconoscimento facciale. Mentre l’Europa valuta questa possibilità già da un bel po’, negli Stati Uniti il tutto sarebbe già in azione e anche da tempo.

Polizia Usa, App per il riconoscimento facciale

A fare la scoperta sarebbe stato il New York Times. Come racconta il quotidiano, la tecnologia si chiama Clearview e consente di risalire, attraverso a una singola foto, a tutte le foto pubbliche della persona in questione. Inclusi i link in caso di eventuali notizie di giornale per precedenti.

Uno strumento che starebbe rivoluzionando il modo di lavorare delle forze dell’ordine negli USA, ma al contempo – sottolinea il quotidiano – starebbe per mettere fine anche alla privacy di ognuno di noi. Sul database in questione ci sarebbero già oltre 3 miliardi di foto prese da vari siti, quali Youtube, quotidiani in on line e social network.

Potrebbe interessarti anche —> WhatsApp, il nuovo trucco per spiare sempre il vostro partner

Come spiega il giornale, solo i profili social privati vengono al momento ignorati da tale algoritmo. Ma se questo in un primo momento era pubblico ed è stato poi chiuso successivamente, è troppo tardi in quanto sarebbe già stato scansionato dal crawler.

Il rischio, oltre a violare la riservatezza delle persone, è che la vita diventi di questo passo un grande reality show live e reale. Basterebbe una foto o il frame di un video rapido per essere riconosciuti per motivi leciti e non.