Torre di Pisa: la scoperta a distanza di anni

0

Torre di Pisa, arriva l’incredibile scoperta storica. Il tutto è stato scoperto grazie alla ricercatrice Giulia Ammannati. Ecco di cosa si tratta.

Torre di Pisa
Torre di Pisa (Getty Images)

Forse è stato finalmente scoperto il ‘papà’ della Torre di Pisa. Lo rivela La Nazione oggi in edicola. Secondo quanto infatti racconta il quotidiano, una ricercatrice sarebbe riuscita a ricostruire e decifrare intero l’iscrizione su una matrice in pietra ritrovata durante alcuni scavi nel 1838.

Questa in realtà deteneva già il nome intero dell’autore, ma finora non era mai stato ricomposto con efficacia. Dei reperti si leggeva chiaramente solo il nome Bonannus civic Pisanus, ma si pensò a una citazione relativa alla sua sepoltura e non certo all’edificazione della struttura inclinata. La donna in questione invece, ossia Giulia Ammannati, ricercatrice di paleografia della scuola Normale di Pisa, ha ricostruito la realtà storica trovando conferma in ogni passaggio della tavola.

Torre di Pisa
Torre di Pisa (Getty Images)

Torre di Pisa, scoperto il progettista

Stando a quanto è emerso, l’autore sarebbe Bonanno Pisano. “Mi’rificu’m qui ce’rtus opu’s conde’ns statui u’num, Pi’sanu’s civi’s Bona’nnus no’mine di’cor”, riporta il cimelio. La cui traduzione è: “Io che sicuro ho innalzato, fondandola, un’opera mirabile sopra ogni altra, sono il cittadino pisano chiamato Bonanno”. 

Potrebbe interessarti anche —> Bologna, incendio in un palazzo storico: c’è un morto

Serviranno tuttavia ulteriori verifiche per darne l’ufficialità assoluta. Perché mentre è noto che l’inizio dei lavori della torre risale al XII secolo, ancora non è stato definitivo invece l’esatto periodo di vita di Bonanno. Ma il puzzle sta finalmente per completarsi. Serve giusto l’ultimissimo passaggio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui