La giovane Michela Deriu è morta e di conseguenza, la Procura di Tempio Pausania ha iscritto sul registro degli indagati il nome di tre ragazzi.

La giovane, che lavorava come  barista a Porto Torres  nella notte tra il 4 e il 5 novembre si è suicidata impiccandosi. Le accuse per i tre giovani sono istigazione al suicidio, diffamazione aggravata e tentata estorsione. I giovani avevano detto alla ragazza che avrebbero divulgato il video sul web.

 

La povera Michela si è suicidata a  La Maddalena, dove era ospite di un’amica. Le forze dell’ordine hanno avviato le indagini dopo una presunta rapina di cui sarebbe stata vittima la barista.

Questa storia sarebbe avvenuta pochi giorni prima del suicidio. e tutto questo non è però mai stato denunciato alle forze dell’ordine. Alla barista, per il video hard fatto girare su wathupp, hanno molto probabilmente chiesto del denaro che lei non aveva. Ne sono sicuri gli investigatori che sul suo telefonino hanno trovato elementi che portano a questa ipotesi.