simone sinico

Lutto nel mondo del calcio per la morte di un giovane calciatore. Simone Sinico, calciatore della Centese 1913, è morto nel letto del suo appartamento di San Pietro in Casale in cui viveva.

Le cause della morte del giovane calciatore non sono state ancora rese note. Come scrive Il Resto del Carlino, Simone sinico era un esterno di difesa ed era arrivato alla Centese da poco più di un mese dopo varie esperieze a Bra, Derthona e nella squadra del Macchia d’Isernia.

«In noi resta un profondo dolore – dice un affranto Alberto ‘Tino’ Fava, vicepresidente della Centese 1913 –. Era un ragazzo d’oro, sempre corretto. Aveva già disputato alcune partite con noi e si è visto sin da subito che aveva numeri per poter giocare anche a livelli più alti. Puntavamo tanto su di lui, per la sua giovane età e per le sue qualità che ci avrebbero dato sicuramente un mano nel raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti. E, in questo momento, non possiamo che essere vicini alla sua famiglia in questo momento difficile. Domenica giocheremo con il lutto al braccio – preannuncia Fava –,  e chiederemo alla Federazione se è possibile fare osservare un minuto di raccoglimento su tutti i campi dilettantistici. Per noi, sarà una domenica tutta dedicata al lutto per questa giovane vita che si è spenta».