Tensione alle stelle: lanciate due molotov davanti alla casa del killer di Noemi

0

Momenti drammatici in Salento. Il caso  Noemi Durini, la 16enne di Specchia, uccisa la settimana scorsa da parte del  del suo fidanzato , sta sfuggendo di mano a tutti.

Sono tutti scossi in una zona che non ha ancora dimenticato il caso di Sarah Scazzi.

Lucio ha confessato, ma nelle due comunità coinvolte, Specchia e Montesardo la tensione è altissima.

Nella località dell’assassino reo confesso,   sono state lanciate tre bombe molotov contro la casa della sua famiglia.

Tre bottigliette piene di benzina, che non sono esplose perché non erano accese, sono state lanciate da persone non ancora identificate sul terrazzino della villetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui