noemi durini

Svolta nel caso di Noemi Durini, la 16enne di Lecce, scomparsa nel nulla da otto giorni. Il fidanzato 17enne, come rivela Il Giornale, ha confessato l’omicidio agli inquirenti. “L’ho uccisa io”, avrebbe detto il giovane alle forze dell’ordine a cui avrebbe anche indicato il luogo in cui si troverebbe il corpo di Noemi.

La 16enne si era allontanata da casa otto giorni fa, senza portare con sè cellulare, soldi e indumenti. Gli inquirenti hanno subito cominciato ad indagare sul fidanzato 17enne. Noemi e il giovane, infatti, erano stati sorprese dalle telecamere di sorveglianza mentre, in piena notte, salivano a bordo di un’auto guidata dal 17enne.

Il giovane aveva confessato di aver visto Noemi per l’ultima volta lo scorso 3 settembre. La mamma di Noemi lo aveva già segnalato alle forze dell’ordine per il suo comportamento violento.

L’ultimo post di Noemi, poi, aveva fatto venire i brividi a tutti. La giovane, infatti, su Facebook, aveva scritto: “Non è amore se ti fa male, non è amore se ti controlla, non è amore se ti fa paura di essere ciò che sei; non è amore se ti picchia, non è amore se ti umilia (…). Il nome è abuso. E tu meriti l’amore. Molto amore. C’è vita fuori da una relazione abusiva. Fidati!”.

Oggi la dolorosa svolta.