Meteo, anticiclone in crisi: arriva la scossa all’estate

L’anticiclone africano Lucifero sta entrando in crisi, con il meteo che nella prossima settimana cambierà radicalmente: cosa sta succedendo sulla penisola.

La situazione meteorologica in Italia rischia di essere letteralmente capovolta. Infatti dopo questa domenica avremo una vera e propria scossa all’estate. Andiamo a scoprire cosa sta succedendo sul Paese e come cambia il quadro meteo nei prossimi giorni.

Meteo
Come cambia la situazione sulla penisola italiana (via Pixabay)

L’anticiclone africano in queste ore è letteralmente in ritirata, con una sfuriata temporalesca pronta a scatenarsi su diverse regioni. Questa è la novità più importante appena emersa dagli ultimi aggiornamenti in vista della prossima settimana. Nel corso di questa Domenica 7 potrebbe arrivare una bella scossa dopo il lungo periodo di dominio anticiclonico con il ritorno dei temporali accompagnati anche dalla grandine su diverse regioni del nostro Paese. Per capire cosa sta succedendo dobbiamo quindi guardare al contesto europeo.

Infatti avremo la risalita dell’Anticiclone delle Azzorre verso latitudini settentrionali, fin verso la Scandinavia, innescherebbe di risposta la discesa di aria più fresca e instabile in quota in discesa dall’Europa nordorientale in direzione del bacino del Mediterraneo. Per questo motivo aumenteranno le probabilità di un primo break temporalesco specie sull’arco alpino e sulle regioni del Nord, con annesse grandinate. I forti contrasti termici potrebbero dare vita ad eventi meteo estremi con la possibilità pure di locali grandinate e colpi di vento. Andiamo quindi a vedere tutte le previsioni.

Meteo, domenica sarà l’ultimo giorno di grande caldo: anticiclone in crisi

Meteo
Come varie la situazione meteo sulla penisola italiana (via WebSource)

Nel corso di questa domenica, tra la notte e il primo mattino è atteso il passaggio di forti temporali che interesseranno Piemonte e Lombardia in primis. Attenzione però perché su queste due regioni potranno svilupparsi localmente nuclei più intensi con venti di downburst oltre i 100 km/h e grandinate di medio-grandi dimensioni. Inoltre anche le temperature rischiano di crollare localmente tra i 5-7°C. Dal pomeriggio andrà meglio un po’ ovunque ma ancora con dell’instabilità su Alpi e Appennino. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio la situazione sui tre settori principali.

Sulle regioni del Nord Italia avremo ancora rovesci e temporali sparsi che apriranno la giornata su Alpi e Prealpi e sconfineranno entro sera anche sulle pianure tra Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna. Le temperature risulteranno in netto calo, con massime che andranno dai 29 ai 34 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo una situazione soleggiata salvo annuvolamenti diurni e locali rovesci in Appennino e Toscana. Anche qui avremo un lievissimo calo delle temperature, con valori massimi che oscilleranno dai 30 ai 36 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo una giornata caratterizzata da sole su pianure e coste. Sarà ancora tanta l’instabilità pomeridiana sull’Appennino. Infatti qui avremo qualche temporale o breve rovescio. Le temperature risulteranno in prevalenza stazionarie, con massime che andranno dai 32 ai 34 gradi.