Esami di stato, “tutti promossi”: il 99,9% degli studenti ha superato le prove

Il ministero dell'Istruzione ha reso noti i risultati degli esami che quest'anno ha visto il ritorno delle prove scritte sia nel primo che nel secondo ciclo, dopo due anni di pandemia Covid-19.

Studenti (generica) - Foto di Ansa Foto
Studenti (generica) – Foto di Ansa Foto

Il 99% degli studenti italiani ammessi all’esame di Stato, nella scuola di primo e secondo grado, ha superato la prova.

Il ministero dell’Istruzione ha reso noti i risultati degli esami che quest’anno ha visto il ritorno delle prove scritte sia nel primo che nel secondo ciclo, dopo due anni di pandemia Covid-19.

Esami di stato alle scuole medie

Per quanto riguarda le scuole medie, secondi i numeri del ministero, la percentuale di ammissione alla prova finale è stata del 98,5%. Resta stabile rispetto all’anno scorso, quando era del 98,3%. Come l’anno scorso, il 99,9% degli studenti ha superato la prova.

In Molise e in Basilicata il 100% dei promossi

Molise e Basilicata detengono il primato del 100% di promossi. Il 5,9% dei candidati ha ottenuto la lode: la percentuale maggiore riguarda la Puglia, con l’8,8%, la Calabria con l’8,6% e il Molise con l’8,5%. Più di un candidato su due ha ottenuto una valutazione dall’8 in su. Il 7,2% ha avuto il massimo dei voti, il 19,4% con 9 e il 25,8% con 8.

Esami di stato alle scuole superiori

Per quanto riguarda le scuole superiori, è stato ammesso agli esami il 96,2% degli studenti. I diplomati sono stati il 99,9% di quelli che hanno sostenuto le prove. Le lodi sono aumentate al 3,4% contro il 3% di un anno fa, mentre calano gli studenti che hanno ottenuto 100. Sono il 9,4% rispetto al 13,5% dell’anno scorso.

Secondo il Ministero restano stabili le valutazioni che vanno tra 91 e 99 (da 15,6% a 15,1%) e tra 81 e 90 (dal 20,8% al 21). Il 51,2% degli studenti ha ottenuto una valutazione tra 60-80, rispetto al 47,1% dell’anno scorso. Calano lievemente i 60, che passano dal 4,8% al 4,1%. 16.510 studenti hanno ottenuto la lode.

Boom di lodi in Calabria, Puglia, Umbria e Sicilia

Le Regioni con più diplomati con lode sono la Calabria (6,6%), Puglia (6,3%), Umbria (5%) e Sicilia (4,8%). Nei licei, ha avuto la lode il 5,1% dei candidati, in aumento rispetto al 4,7% dell’anno scorso. Il 12% ha ottenuto 100, il 17,8% tra 91 e 99 e il 22,4% tra 81 e 90. Il liceo classico è al primo posto per numero di diplomati con lode (9%) seguito dal liceo europeo (7,9%) e dallo scientifico (7,5%). Per quanto riguarda gli indirizzi tecnici, la lode è stata conseguita dall’1,8% degli studenti, percentuale stabile rispetto all’anno scorso, mentre il 7,1% ha ottenuto 100, il 12,1% tra 91 e 99. Negli istituti professionali la lode è stata ottenuta dallo 0,9% degli studenti. Il 100 è stato ottenuto dal 5,8%, fascia di voto 91-99 per il 12% e 81-90 per il 19,7%.