“Hamilton non ritornerà”: il mondo della Formula 1 è sconvolto

“Hamilton non ritornerà”: il mondo della Formula 1 è sconvolto. Il clamoroso annuncio arriva proprio prima della fine dell’anno

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton ad Abu Dhabi (Foto: LaPresse)

Il finale del campionato di Formula 1 ha sorriso a Max Verstappen, voltando le spalle a Lewis Hamilton. Il pilota inglese ha dovuto fare i conti con le scelte di Michael Masi, sicuramente non del tutto comprensibili. Il sogno di arrivare all’ottavo titolo Mondiale è svanito proprio sul più bello, nel corso dell’ultimo giro. Una delusione difficile da mandar giù e che potrebbe aprire scenari davvero incredibili. A parlarne è stato l’ex patron del Circus Bernie Ecclestone, facendo riferimento al futuro del ‘Re Nero‘. In un’intervista al quotidiano svizzero Blick, il manager inglese l’ha sparata grossa: “Lewis non correrà nel 2022”. 

Il 91enne ha confessato di aver parlato giorni addietro con il padre di Hamilton, Anthony, ma di aver affrontato solo temi riguardanti gli “affari”. Entrando nello specifico spiega: “Non credo che ritornerà. La sua delusione è troppo grande. E in qualche modo lo si può capire. Con sette titoli mondiali come Michael Schumacher, adesso sarebbe il momento di realizzare il suo sogno di diventare un imprenditore della moda”.

LEGGI ANCHE >>> Michael Schumacher, la notizia tanto temuta è arrivata: tifosi impietriti

LEGGI ANCHE >>> Michael Schumacher, appena arrivato l’annuncio ufficiale: notizia straordinaria

“Hamilton non ritornerà”: la bomba clamorosa di Bernie Ecclestone

Bernie Ecclestone
Bernie Ecclestone (Foto: LaPresse)

Poi sulla lotta con Verstappen e la gestione del GP di Abu Dhabi aggiunge: “Il direttore di gara Masi avrebbe potuto risparmiarsi qualche guaio se avesse interrotto subito la gara con la bandiera rossa dopo l’incidente di Latifi. Poi ci sarebbe stato una superfinale tra Max e Lewis per gli ultimi tre giri. Masi si rimprovererà per questo ma ormai non possiamo più cambiare le cose“.

Un’ultima battuta sulla Ferrari: “Ho parlato con il padre di Sainz della situazione di suo figlio. Molti a Maranello sono sorpresi del fatto che sia riuscito ad arrivare davanti a Charles Leclerc nella classifica iridata. Per me Leclerc è sempre stato un ottimo pilota, ma non di più”.