Eleonora Daniele, arriva lo sfogo: è accaduto durante la gravidanza

Eleonora Daniele è tornata a parlare della morte del fratello e della sua malattia. La giornalista ha rivelato un dettaglio inquietante sugli insulti ricevuti sui social media. Ecco le sue parole.

Festival del cinema di Venezia 2019, Eleonora Daniele al Campari lounge (foto di Elisabetta Villa/Getty Images per Campari).
Festival del cinema di Venezia 2019, Eleonora Daniele al Campari lounge (foto di Elisabetta Villa/Getty Images per Campari).

Il 7 novembre Eleonora Daniele ha presentato in anteprima a Domenica In il suo libro, “Quando ti guardo negli occhi”, edito da Mondadori. Si tratta della storia di suo fratello Luigi, autistico e recentemente morto poco più che quarantenne. Convivere con la malattia di Luigi ha per sempre segnato Eleonora.

LEGGI ANCHE >>> Eleonora Daniele racconta il suo dramma: un terribile lutto ha sconvolto la sua vita

NON PERDERTI >>> Giovanni Terzi racconta la sua malattia: Eleonora Daniele reagisce così – VIDEO

La sua pubblicazione, infatti, si augura possa essere di conforto a tutte quelle famiglie che si trovano ad avere un componente affetto da autismo e nessun aiuto esterno. Se inizialmente Eleonora Daniele non ha nascosto di vergognarsi per i problemi del fratello, ha poi raccontato che la loro unione ha contribuito a renderla più forte caratterialmente.

Eleonora Daniele, cosa le hanno detto a causa del fratello

Domenica In, Eleonora Daniele parla di suo fratello Luigi (foto Rai).
Domenica In, Eleonora Daniele parla di suo fratello Luigi (foto Rai).

Eleonora Daniele ha parlato del suo libro in uscita e, soprattutto di suo fratello, anche al settimanale Diva e Donna. La giornalista ha ricordato quando era incinta di sua figlia Carlotta. Sui social media fu coperta di insulti, perchè, secondo molti, non avrebbe dovuto avere un bambino se ci fosse stata la possibilità che nasca autistico.

LEGGI ANCHE >>> Eleonora Daniele, amara confessione: “Mi ha distrutto”. Cos’è successo

Eleonora ha poi parlato anche di sua figlia, spiegando di essere orgogliosa del carattere che si sta costruendo quando è già così piccola. Carlotta assomiglierebbe alla versione più matura della giornalista, non a quella più insicura che molti anni fa si vergognava di avere un fratello autistico e per questo veniva derisa.