Michael Schumacher, la promessa commuove i fan: è successo davvero

Michael Schumacher, la promessa commuove i fan: è successo davvero. Il campione tedesco non ha mai perso l’appoggio della sua famiglia

Michael Schumacher
Michael Schumacher (Foto: Getty)

Il terribile incidente sulle nevi di Meribel il 29 dicembre 2013 ha scosso il mondo intero. Michael Schumacher, invincibile in pista, ha dovuto fare i conti con le debolezze del destino. Cadendo durante una sciata su nevi fresche, ha riportato una gravissima commozione cerebrale che lo ha costretto in ospedale per 254 giorni, prima di tornare con la sua famiglia a Ginevra. Secondo le ultime indiscrezioni il sette volte campione del mondo potrebbe essersi trasferito nella sua villa di Maiorca, dove la moglie Corinna ha allestito una vera e propria clinica. Le visite a Schumi sono ridotte davvero al minimo, solo agli amici più stretti, vista la massima privacy che i suoi cari vogliono mantenere inalterata. Moltissimi fan pongono domande sui social in continuazione, cercando di sapere qualcosa in più, ma a livello ufficiale non esce nulla. Le uniche fonti attendibili sono i colleghi di una vita, quei personaggi della Formula 1 che hanno mantenuto rapporti stretti con l’ex pilota, anche a distanza di anni.

Tra questi c’è senza dubbio Jean Todt, che con lui ha vinto i cinque titoli mondiali tra il 2000 e il 2004. Il francese, all’epoca direttore tecnico della Ferrari, fa visita spesso al pilota tedesco e non lo ha lasciato mai solo.

LEGGI ANCHE >>> Michael Schumacher, arriva l’annuncio che nessuno si aspettava: tutto vero!

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, la decisione del Governo fa felici i suoi tifosi: il motivo

Michael Schumacher, la promessa commuove i fan: Jean Todt non lo ha mai abbandonato

Jean Todt con Schumacher e Barrichello
Jean Todt con Schumacher e Barrichello (Foto: Getty)

In alcune interviste Jean Todt ha spiegato come sta attualmente Michael e come vive le sue giornate.

Ha una moglie davvero straordinaria, che non lo lascia mai solo, al pari dei suoi figli, Mick e Ginevra“. Insieme a loro ci sono stabilmente anche un’equipe di medici e infermieri professionisti, che accompagnano la sua difficile riabilitazione.

Il manager francese poi aggiunge: “Tutto quello che posso fare è stare vicino a loro finché non sarò in grado di fare qualcosa, e poi lo farò. Sappiamo tutti che ha avuto un incidente molto grave e, purtroppo, ha avuto conseguenze significative per lui. Da allora viene curato in modo che possa tornare a una vita più normale”. La speranza è che tutti i sacrifici e gli sforzi possano portare a un buon risultato nel prossimo futuro.