Francobolli rari, questo vale 60.000 euro: come riconoscerlo subito

Torniamo a parlare di collezionismo e, nello specifico, di francobolli rari. Questo vale fino a 60.000 euro

francobolli rari
Ci sono alcuni francobolli rari che valgono cifre altissime. Oggi parliamo del Trittico della crociera del Nord Atlantico (Pixabay)

Ormai il mondo del collezionismo è una realtà affermata. Soprattutto grazie all’esplosione di internet, gli annunci si sono moltiplicati all’ennesima potenza. È possibile trovarne tantissimi e di qualsiasi tipo. Si va dai classici francobolli alle monete, passando per dischi, vinili, sneakers e chi più ne ha più ne metta.

Oggi torniamo a parlare nello specifico di francobolli rari, senza dubbio tra i “settori” più ricchi e variegati di tutti. Ce ne sono alcuni che, se tenuti in buone condizioni, possono arrivare a valere cifre astronomiche. Questo vale ben 60.000 euro, il consiglio è di controllare subito: potreste guadagnare moltissimo!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Monete rare, queste due valgono migliaia di euro: ecco come riconoscerle

Francobolli rari, il Trittico della crociera del Nord Atlantico vale 60.000 euro

francobolli rari
Il Trittico della crociera del Nord Atlantico può costare 60.000 euro. Ecco come riconoscerlo subito e quanto potreste guadagnarci (screenshot)

Tra i francobolli rari più ricercati in Italia, è impossibile non menzionare il Trittico della crociera del Nord Atlantico. Si tratta nello specifico di un’emissione di tre francobolli diversi che, se uniti, vanno a comporre una figura unica. La prima stampa risale al 1933, in occasione della traversata dall’Italia all’America di una squadriglia aerea. Al comando il generale Italo Balbo. Il suo valore? Ben 60.000 euro.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Francobolli rari, questo vale 350mila euro: come riconoscerlo subito!

Lo potete facilmente riconoscere anche per la classica colorazione a tricolore, con il rosso, il verde e il bianco che vanno a comporre uno dei trittici più amati di tutti. Controllate subito nella vostra collezione, perché potreste guadagnarci moltissimo. E se siete ancor più fortunati, potrebbe scatenarsi un’asta dal valore finale impronosticabile.