Matrimonio a Prima Vista, discriminato e cacciato: la denuncia social – VIDEO

0

Un gravissimo atto discriminatorio raccontato da uno dei protagonisti del programma Discovery, Matrimonio a Prima Vista

Matrimonio a Prima Vista
(@Facebook)

Con un video tramite le sue Instagram stories e poi su TikTok, uno dei protagonisti di Matrimonio a Prima Vista, il programma di Discovery Plus ha denunciato un grave atto discriminatorio. Francesco Muzzi, insieme a Martina Ospedaletti, forma una delle poche coppie ancora intatte del programma che mette a disposizione un matrimonio da favola per persone che si sono appena conosciute.

LEGGI ANCHE > > > Paola Ferrari, il grande rimpianto: “Mi dispiace non averlo fatto”

NON PERDERTI > > > Guenda Goria ricoverata in ospedale: le sue condizioni

Con più di 60mila follower, il giovane sposo di Roma ha raccontato: “Vi racconto quanto mi è successo stasera col sorriso, ma sono incazzato nero”. Una premessa malaugurante e che premette un discorso da far accapponare la pelle.

LEGGI ANCHE > > > Uomini e Donne, è finita per l’ex tronista: “C’è chi dice bugie…”

Matrimonio a Prima Vista, la denuncia social di Francesco Muzzi

Stando a quanto raccontato dal protagonista del programma TV di Discovery Plus, gli sarebbe stato vietato di entrare in un locale vicino al Colosseo di Roma: “Volevo andare a bere qualcosa con qualche amico, in un locale qui a Roma, ma non mi è stato permesso. Perché? Perché ho i tatuaggi. Sono stato discriminato per il mio aspetto esteriore, per i miei tatuaggi”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Grande Fratello Vip 6, amara sorpresa: non entrerà nella Casa

“Siamo nel 2021 ed ancora giudichiamo le persone per il loro aspetto esteriore. Questo posto è davvero piccolo, spicciolo” duro, ma giusto sfogo da parte del protagonista di Amore a Prima Vista che si è risentito di essere stato messo alla porta per il suo aspetto. Oltretutto, Francesco ha fatto una riflessione: “Se mi chiamavo Fedez mi avrebbero steso il tappeto rosso”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui