Decreto Covid, Salvini: “Studenti sui mezzi ok, bar e palestre un problema?”

0

Il leader della Lega Matteo Salvini è tornato a parlare del decreto Covid. Ecco le sue parole sul tema scuola

decreto covid salvini
Il leader della Lega Matteo Salvini è tornato a parlare del nuovo decreto Covid (Getty Images)

Nella giornata di ieri, il Governo ha approvato la bozza del nuovo Decreto Covid. In vigore dal prossimo 26 aprile, il disegno legge prevede la restaurazione delle zone gialle rafforzate, con riaperture all’aperto di bar e ristoranti, spostamenti consentiti tra regioni e ritorno della didattica in presenza. È proprio su quest’ultimo punto che è tornato il leader della Lega Matteo Salvini.

“A conti fatti, il Decreto Covid ha avuto una sola modifica: l’aumento della presenza in classe obbligatoria degli studenti dal 60 al 70%. Il Governo ha disatteso l’accordo che era stato raggiunto con gli enti locali” ha dichiarato il segretario della Lega:Messi in difficoltà presidi, sindaci e studenti. Migliaia di studenti sui mezzi pubblici non sono un problema e non ci sono rischi, mentre due persone in palestra o al bar lo sono. Perché?“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spostamenti tra Regioni, arriva il pass ‘verde’: cosa cambia dal 26 aprile

Decreto Covid, le Regioni si schierano con Salvini

friuli fedriga
Della stessa idea anche il presidente delle Regioni Massimiliano Fedriga (Foto Twitter)

È guerra aperta tra il leader della Lega Matteo Salvini e il Governo. A sua detta, con il decreto Covid che entrerà in vigore lunedì sono state disattese diverse richieste. Della stessa idea sono anche le Regioni, con il presidente Massimiliano Fedriga che ha tuonato: “Si è incrinata la leale collaborazione tra Stato e Regioni“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Decreto Covid, coprifuoco e restrizioni: la posizione del premier Draghi

Il principale tema di discussione continua ad essere il coprifuoco, che rimarrà alle ore 22 almeno fino al prossimo primo giugno. “Spostarlo alle 23 è una proposta assolutamente responsabile. Qualcuno mi può spiegare perché un’ora di distanza fa schizzare i contagi alle stelle? Non penso rappresenti un rischio pandemico” ha spiegato Fedriga a Radio Kiss Kiss:In Consiglio dei Ministri si è deciso di cambiare un accordo siglato tra le istituzioni: è un precedente molto grave“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui