Figliuolo, tra i vaccinatori anche biologi, ostetriche e tecnici di laboratorio

0

Il commissario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, ha comunicato l’intenzione di ampliare il numero dei vaccinatori. L’intento è quello di raggiungere l’immunità di gregge entro il 30 settembre 2021

Figliuolo, tra i vaccinatori anche biologi, ostetriche e tecnici di laboratorio
Biologi, ostetriche e tecnici di laboratorio tra i vaccinatori (Foto: Getty)

In Italia dopo i rallentamenti subiti nella campagna di immunizzazione a causa dei ritardi nelle consegne delle case farmaceutiche ed allo stop di AstraZeneca, si punta adesso ad un’impennata delle vaccinazioni. L’intento è quello di raggiungere l’immunità di gregge entro fine settembre 2021.

Un risultato importante che vorrebbe raggiungere il commissario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo. Difatti, mentre il numero degli italiani immunizzati con la seconda dose ha raggiunto quota 3 milioni, si punta adesso ad ampliare il numero dei vaccinatori impegnati nella campagna anti-Covid.

Come ha annunciato Figliuolo, potrebbero aggiungersi agli attuali vaccinatori anche biologi, ostetriche e tecnici di laboratorio. In questo modo e con il giusto numero di dosi in arrivo si potrebbe ottenere l’immunità di gregge entro fine settembre 2021.

VEDI QUESTO ARTICOLO>>> Covid, scoperta nuova variante in Israele: contagiosità e efficacia vaccini

Francesco Paolo Figliuolo: vaccinare rapidamente le persone più vulnerabili

vaccino covid
Francesco Paolo Figliuolo (@Twitter)

Sono esattamente 3.037.122 gli italiani immunizzati con la seconda dose del vaccino, mentre 9.658.927 le somministrazioni totali. Ma l’intento, come ha spiegato il commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliulo, è quello di immunizzare rapidamente gli italiani dando priorità alle persone più vulnerabili e raggiungere entro il 30 settembre 2021 l’immunizzazione dell’80% della popolazione.

Intanto, secondo il commissario Figliuolo, attualmente un altro risultato importante è segnato dalla crescita dei punti vaccinali del 30% in un mese.

POTREBBE APPROFONDIRE QUI>>> Vaccino Covid, Figliuolo: “Allargare categorie? Facciamo poco nepotismo”

Figliulo intervenuto alle commissioni Affari sociali di Camera e Senato ha affrontato la quesitone di queste settimane sulla campagna vaccinale anti-Covid in Italia e le categorie che hanno la priorità: “Noi adottiamo un criterio il più possibile rigoroso e scientifico. Dobbiamo stare attenti a fare poco nepotismo, altrimenti non ne usciamo”. Il commissario per l’emergenza ha dunque sottolineato che la priorità è quella di mettere in sicurezza le categorie più fragili e gli anziani, ovvero, coloro che rischiano di più.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui