Germania, la Merkel vuole chiudere anche i supermercati: l’indiscrezione

0

Germania, la Merkel vuole chiudere anche i supermercati: l’indiscrezione arriva dai media tedeschi. Una misura estrema della durata di 5 giorni nel periodo pasquale

Angela Merkel
Germania, la Merkel vuole chiudere anche i supermercati: l’indiscrezione (Foto: Getty)

La nuova ondata di coronavirus in tutta Europa sta costringendo i vai Paesi ad adottare delle misure straordinarie in questo periodo pasquale. La Germania, ad esempio, sta pensando di estendere il proprio lockdown almeno fino al 18 aprile, come annunciato dalla cancelliera Angela Merkel.

Ma anche questo tipo di restrizioni potrebbero non bastare, vista l’aggressività delle nuove varianti. Ecco quindi l’idea di inasprire ulteriormente le chiusure per i primi 5 giorni di aprile, arrivando addirittura a chiudere anche i supermercati e i negozi di genere alimentari.

I colloqui tra i leader dei 16 stati federali tedeschi e la Merkel sono andati avanti fino a notte fonda.

La Merkel ha lanciato l’allarme parlando di necessità di “interrompere la crescita esponenziale della terza ondata”. I numeri dei casi hanno raggiunto livelli che secondo le autorità sovraccaricheranno le unità di terapia intensiva.

LEGGI ANCHE >>> Covid, preoccupano i dati sui ricoveri: superata la soglia d’allerta

LEGGI ANCHE >>> Germania, lockdown fino ad aprile: l’intenzione della cancelliera Merkel

Germania, la Merkel vuole chiudere anche i supermercati: misura estrema dal 1° al 5 aprile

Germania Supermarket
Germania, la Merkel vuole chiudere anche i supermercati: misure estreme dal 1° al 5 aprile (Foto: Getty)

Nello specifico queste nuove misure dal 1° al 5 aprile riporteranno la situazione al lockdown duro dello scorso anno. Anche per la Pasqua verrà chiesto alle chiese di tenere le messe on-line, per evitare assembramenti.
Non più di cinque adulti di due nuclei familiari potranno incontrarsi nell’arco dei 5 giorni.
Vietata ogni forma di riunione pubblica e chiusura totale delle attività commerciali, inclusi alimentari e supermercati (unica eccezione sabato 3 aprile).
Anche per coloro che devono rientrare in Germania dall’estero per queste festività pasquali, sarà necessario sottoporsi ad un tampone molecolare prima di imbarcarsi.
Un giro di vite che rientra nella decisione più ampia di prolungare la massima allerta dal 28 marzo al 18 aprile. Verranno poi via via allentate nelle zone che presenteranno meno di 100 nuovi casi ogni 100.000 abitanti nell’arco di sette giorni.

La Merkel ha commentato davanti alla stampa:Siamo in una situazione molto, molto grave. Alla luce del trend di infezione in aumento esponenziale, il freno di emergenza concordato nell’ultima risoluzione deve essere costantemente implementato”.

Le parole d’ordine in questa fase sono “prudenza e flessibilità”. Anche la Germania è nelle stesse condizioni del resto d’Europa, e il numero di vaccinazioni non è ancora sufficiente per pensare di ritornare a breve alla normalità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui