Cashback, arriva il clamoroso annuncio che fa temere il peggio

0

L’annuncio sul cashback arriva direttamente dal Ministro dell’Innovazione tecnologica Vittorio Colao che dà una risposta netta

Cashback
(@Pixabay)

Sollecitato in audizione dal senatore Gianmauro Dell’Olio, il Ministro dell’Innovazione tecnologica Vittorio Colao risponde alla possibilità di bloccare il cashback. “L’effetto traino c’è già stato”, ha risposto: lo scopo di convertire la cultura degli italiani al solo utilizzo del denaro digitale è stato già raggiunto.

LEGGI ANCHE > > > Amazon introduce un nuovo assistente vocale: le funzionalità di Alexa

Non sarebbe strano, dunque, se il cashback cessasse di funzionare a partire dall’estate: “Non ho timore del fatto che se ci fermiamo a metà, la digitalizzazione può non funzionare. Abbiamo registrato un elevatissimo numero di strumenti di pagamento registrati, ormai molti italiani hanno cominciato a fare cose che prima non facevano, proprio grazie al cashback”. Tuttavia, la decisione di sospenderlo spetterà al Ministero dell’Economia: “È di loro competenza l’impatto economico che può avere”.

Cashback, sospensione in arrivo? Le valutazioni da fare

Cashback
Vittorio Colao (@GettyImages)

“Ad oggi, guardando i dati in nostro possesso, è già un grande successo”, così ha risposto il Ministro dell’Innovazione tecnologica Vittorio Colao. Sull’ipotesi di sospenderlo, tuttavia, non si sbilancia più di tanto e rimanda tutto al Ministero dell’Economia, affermando: “Per valutarne l’impatto va analizzato il quadro generale. Non voglio entrare nella valutazione del cashback, come ministero lo abbiamo soltanto supportato con lo sviluppo tecnologico”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Clubhouse aggiorna l’app: arriva la funzione a lungo richiesta

Per quanto riguarda le specificità tecniche del progetto che appunto riguardano il Ministero di riferimento di Colao, ha ammesso: “Ci sono sicuramente alcune migliorie tecniche di struttura, come alcune forme di pagamento che possono essere migliorate, incentivate, possono essere apportate modifiche alle regole e quotidianamente siamo in contatto per poterlo fare”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui