Dl Sostegno, blocco dei licenziamenti e ristori a fondo perduto: la bozza

0

Il premier Mario Draghi sta mettendo a punto il Dl Sostegno, primo decreto economico del nuovo governo: i punti fondamentali della bozza

Dl Sostegno
Dl Sostegno Mario Draghi (Getty Images)

Il premier Mario Draghi sta limando i punti fondamentali del suo primo decreto economico, il Dl Sostegno. Diversi i provvedimenti pensati dal nuovo governo: dal blocco dei licenziamenti ai ristori a fondo perduto, passando per lo stralcio delle mini-cartelle.

Partendo proprio da quest’ultimo, si prevede uno stralcio per cartelle entro i 5000 euro ed interessi inclusi 2000-2015, con proroga al 30 aprile per l’invio di nuove cartelle esattoriali, dei pagamenti della rottamazione ter e del saldo e stralcio previsti dai dl fiscali dei governi precedenti. Sono circa 60 milioni le cartelle fiscali per un costo pari ad un miliardo nel 2021 ed un altro nel 2022. Inoltre, sono più di 130 milioni le cartelle al momento nel magazzino.

LEGGI ANCHE—> Pagamenti online delle bollette, dal 1° marzo cambia tutto

Dl Sostegno, piano per vaccini e per la filiera della ‘neve’

Bonus Irpef
Debito Covid, la Bce ha escluso la cancellazione dello stesso (Pixabay)

Lo stop ai licenziamenti al 30 giugno e rifinanziamento cig Covid per l’intero anno. Verrà eliminato il codice Ateco e si interverrà su quasi 3 milioni di imprese e professionisti che dimostreranno una perdita del 33% della media mensile del fatturato mensile 2020 rispetto a quello del 2019.

LEGGI ANCHE—> Bonus asilo nido, partono le domande: a chi spetta e come richiederlo

Pronti anche 600 milioni per aiutare la filiera neve che è stata duramente colpita dalle restrizioni anti-Covid. Le risorse dovrebbero aggiungersi agli indennizzi a fondo perduto per le imprese con fatturato fino a 5 milioni. Infine, per ciò che riguarda i vaccini, dovrebbero essere stanziati 2 miliardi di euro per il finanziamento del piano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui